Lunedì, 25 Ottobre 2021
Attualità

Schiaffo del Congresso (e dei repubblicani) a Trump: niente ritiro delle truppe dalla Germania

Il presidente aveva posto il veto a un disegno di legge sulla Difesa che conteneva anche disposizioni per evitare il disimpegno da lui voluto nel Paese europeo, ma i deputati lo hanno respinto con una maggioranza dei due terzi

Il consenso attorno a Donald Trump, anche all'interno del suo partito, è ormai definitivamente precipitato, nonostante il presidente uscente continui nella sua, ormai disperata, battaglia per provare a impedire l'ormai riconosciuta ufficialmente vittoria di Joe Biden.

Lo schiaffo del Congresso

All'inquilino della Casa Bianca è arrivato un vero e proprio schiaffo dal Congresso che ha votato a larghissima maggioranza per annullare il suo veto al disegno di legge, noto come National Defense Authorization Act (NDAA), che definisce la politica per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. La Camera controllata dai Democratici ha votato con 322 a favore e 87 contrari per annullare il veto, con una maggioranza schiacciante di due terzi, ottenuta grazie al fatto che a votare a favore sono stati anche ben109 repubblicani, stanchi del potere e dei modi di Trump, e che ora hanno finalmente trovato la forza di ribellarsi apertamente. È la prima volta che un suo veto, uno dei poteri riservati al presidente degli Stati Uniti, viene ribaltato in tutto il suo mandato. Trump aveva bloccato il disegno di legge la scorsa settimana lamentando il fatto che non abrogava la Sezione 230, una legge federale che fornisce protezione dalla responsabilità alle società di Internet, tra cui i social media, che lui sostiene gli abbiano remato contro durante la sua campagna elettorale, in quanto segnalavano tutte le sue affermazioni che erano in contrasto evidente con la realtà.

Il ritiro delle truppe

E il disegno di legge sulla difesa contiene anche delle disposizioni che potrebbero ostacolare i piani di Trump di ritirare migliaia di truppe da luoghi come l'Afghanistan e la Germania, piani che soprattutto per quanto riguarda la Germania di Angela Merkel, sicuramente non saranno portati avanti dal suo successore, e che quindi finiranno con ogni probabilità per essere abbandonati. L'annuncio questa estate che circa 12mila militari statunitensi avrebbero abbandonato le basi Nato in Germania, portando gli effettivi nel Paese da 34.500 a 22.600, aveva scatenato non poco scalpore, ma ora l'eventualità sembra essere sfumata. Il testo ora dovrà andare al Senato, dove comunque la volontà di sostenere il presidente su un veto che non piace ai repubblicani, dovrebbe essere ancora minore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiaffo del Congresso (e dei repubblicani) a Trump: niente ritiro delle truppe dalla Germania

Today è in caricamento