rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Il caso

Medvedev sfotte l'Ue su Kaliningrad: “Ve la fate sotto dalla paura”

Mosca soddisfatta dell’intervento di Bruxelles che ha consentito la ripresa del traffico merci con la regione russa che si affaccia sul mar Baltico

Il rimprovero di Bruxelles alla Lituania per l’interruzione del traffico merci verso il territorio russo di Kaliningrad e la conseguente richiesta di consentire alla Russia di continuare a rifornire il suo oblast sul mar Baltico ha raccolto il plauso di uno degli uomini più fidati di Vladimir Putin. Si tratta di Dmitry Medvedev, oggi leader di Russia Unita (il partito di Putin) nonché presidente russo dal 2008 al 2012. Dal suo canale Telegram, Medvedev ha accolto con favore l’intervento Ue, ma ha anche scritto che tale scelta evidenzierebbe che Bruxelles “se la sia fatta sotto dalla paura” di conseguenze da parte di Mosca.

“L’Ue - a detta dell’ex presidente russo - ha ammesso a malincuore che le richieste di transito nella NOSTRA regione di Kaliningrad sono giuste”, ha scritto sottolineando la sovranità di Mosca sul territorio strappato alla Germania alla fine della Seconda guerra mondiale. A detta del braccio destro di Putin, si tratta di “un raro caso in cui il cretinismo e la russofobia dei cavernicoli a Bruxelles sono stati superati dalla lucidità”, ha aggiunto. “Oppure... se la sono fatta sotto per la paura di perdere il transito redditizio attraverso la Russia”, si legge nel post di Medvedev su Telegram.

In effetti, la Russia ha minacciato rappresaglie contro la Lituania, ma anche contro l’intera Ue, dopo che Vilnius aveva imposto rigide restrizioni alle merci che viaggiano attraverso il suo territorio, principalmente via treno, sostenendo che stava semplicemente applicando le sanzioni dell’Ue in reazione all’invasione russa dell’Ucraina. Mosca ha dunque chiesto alla Lituania di revocare immediatamente le restrizioni e ha affermato di aver presentato le sue rimostranze alle autorità europee.

La piccola Lituania "isola" 1 milione di russi, l'ira di Mosca

Nella giornata di ieri è arrivata la richiesta di Bruxelles a Vilnius di consentire il normale traffico merci verso Kaliningrad e di bloccare, eventualmente, i soli carichi d’armi. "Non abbiamo negoziato nulla con la Russia", ha affermato il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, rispondendo alle domande dei giornalisti dopo la pubblicazione delle nuove linee guida alla Lituania sull’applicazione delle sanzioni Ue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medvedev sfotte l'Ue su Kaliningrad: “Ve la fate sotto dalla paura”

Today è in caricamento