rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Next

Bruxelles prova a rilanciare l'eolico europeo e la Bce mette in pausa il rialzo dei tassi

Il bilancio tra il diritto di Israele a difendersi e la protezione dei civili palestinesi, le nuove regole per Dop e Igp e la lotta alle emissioni tra i temi caldi della settimana europea. A Bruxelles il Vertice dei capi di Stato e di governo

Next, la newsletter di Europa Today che vi racconta cosa bolle in pentola nella settimana europea a venire, a cura oggi di Alfonso Bianchi (per commenti, suggerimenti o critiche scrivete ad alfonso.bianchi@citynews.it).
P.s.: Presto sarà possibile iscriversi e riceverla comodamente via email ogni domenica: stay tuned!

IN CIMA ALL'AGENDA

A tutto eolico – L'Unione europea è pericolosamente indietro nello sviluppo dell'energia eolica nel blocco. Tutti i maggiori produttori di turbine hanno registrato perdite operative significative nel 2022. Martedì 24 la Commissione europea presenterà un pacchetto con l'obiettivo di rafforzare l'industria eolica, risolvere i principali problemi del settore, in primis l'eccessiva burocrazia che ne limita lo sviluppo.

La solita concorrenza cinese – Come mostra una bozza del progetto, visionata da Euractiv, uno degli obiettivi del piano d'azione è eliminare la concorrenza 'sleale' cinese, e per farlo si pensa ad aste per la nuova capacità di generazione di energia eolica che non diano priorità alle offerte più economiche, dove i produttori di Pechino hanno un vantaggio sulle aziende europee. L'idea è quella di incoraggiare "criteri di aggiudicazione non legati al prezzo che premino i prodotti a più alto valore aggiunto e promuovano lo scale-up industriale che può sostenere meglio un'industria eolica innovativa e competitiva", si legge nella bozza del documento.

Via la burocrazia - Il piano d'azione mira anche a migliorare le autorizzazioni e la capacità di rete. Ciò include la possibilità di estendere le norme temporanee volte ad alleggerire la burocrazia per "inviare un segnale forte all'industria e agli Stati membri sulla necessità di accelerare con urgenza la diffusione dell'energia eolica e di altre fonti di energia rinnovabile".

La pausa ai rialzi dei tassi - Il ciclo di rialzi dei tassi della Banca centrale europea dovrebbe essere terminato, ma molto probabilmente bisognerà attendere almeno fino a luglio 2024 prima che la Bce cominci ad allentare la presa sulla lotta all'inflazione elevata.

La decisione – La decisione sarà annunciata giovedì 26 dopo la riunione del Consiglio direttivo della Bce che si riunirà ad Atene, in Grecia. Tutti gli occhi saranno puntati sulla conferenza stampa della presidente Christine Lagarde che spiegherà le ragioni della scelta dopo la riunione di politica monetaria.

Rialzi record - A settembre la Bce aveva aumentato i tassi di interesse di riferimento di 25 punti base, portando il tasso di deposito al 4% e quello di rifinanziamento al 4,5%, ma ha anticipato che il suo decimo rialzo in una serie di 14 mesi sarebbe stato probabilmente l'ultimo.

I leader dei 27 a Bruxelles - Il grande evento politico della settimana sarà però il Consiglio europeo di giovedì e venerdì. Ovviamente sul tavolo dei capi di Stato e di governo dell'Ue finirà la guerra tra Israele e Hamas, ma si discuterà anche dell'altra guerra, quella in corso in Europa tra Ucraina e Russia, del bilancio comunitario e di flussi migratori.

ALTRI TEMI CALDI

Diritto di difendersi e diritto internazionale – Lunedì 23 si riunisce il Consiglio Ue Affari esteri. Il principale argomento in agenda è la guerra a Gaza e i 27 stanno faticando a trovare un consenso su una dichiarazione comune che metta insieme il diritto di Israele a difendersi e il rispetto del diritto internazionale e umanitario. Alcuni Paesi vorrebbero maggiore enfasi sulla protezione dei civili palestinesi.

Ucraina non dimenticata - Si parlerà anche di Ucraina, una guerra che "non è stata dimenticata" dall'Ue, ha assicurato un alto funzionario Ue. "Forse nei media e tra l'opinione Gaza ha oscurato questo altro conflitto ma non per noi, qualsiasi cosa accada nel mondo continueremo a sostenere Kiev", ha garantito.

Armenia e Kosovo – I ministri degli Esteri discuteranno anche di come garantire la sicurezza dell'Armenia, dopo che l'Azerbaigian ha riconquistato l'enclave del Nagorno-Karabakh, e delle nuove tensioni tra Serbia e Kosovo.

Dop e Igp – Martedì ci dovrebbe essere il Trilogo finale sul nuovo regolamento per la protezione di Dop e Igp, con Consiglio e Ue che dovrebbero trovare un accordo definitivo. Il relatore per l'Aula è l'italiano Paolo De castro.

Uguaglianza di genere - Il Parlamento europeo celebra la sua quarta Settimana europea per l'uguaglianza di genere, un'iniziativa volta a sottolineare i suoi continui sforzi per porre le donne al centro della legislazione. Si registrano progressi in questo campo, ma resta ancora molto da fare.

PARLAMENTO UE

Industria a zero emissioni - La commissione Industria adotterà mercoledì la sua posizione sul cosiddetto Net-Zero Industry Act, che mira a favorire la transizione verso un'economia neutrale dal punto di vista climatico sostenendo i settori a tecnologia zero come le turbine eoliche, gli elettrolizzatori, le batterie, i pannelli solari e le pompe di calore. Imballaggi e rifiuti di imballaggio.

Imballaggi - La commissione Ambiente adotterà martedì la sua posizione su un progetto di legge che introduce nuovi requisiti di sostenibilità per l'uso e il riutilizzo degli imballaggi, nonché limiti al consumo di sacchetti di plastica leggeri e obiettivi di riduzione degli imballaggi, raccolta differenziata e riciclaggio.

L'Aula contro il Glifosato – Martedì la Commissione Ambiente dell'Aula voterà la proposta per ridurre l'uso dei pesticidi chimici del 50% entro il 2030 e per promuovere un sistema di controllo dei parassiti più rispettoso dell'ambiente. La commissione voterà anche su un'obiezione alla proposta della Commissione di rinnovare l'approvazione del glifosato per dieci anni.

Assorbimento delle emissioni – Martedì 24 la commissione Ambiente voterà sul primo quadro normativo a livello europeo per certificare l'assorbimento di carbonio (cioè la rimozione di Co2 dall'atmosfera). La proposta incentiverebbe le tecnologie innovative e le soluzioni sostenibili di 'carbon farming' i metodi agricoli volti a sequestrare il carbonio atmosferico nel suolo e nelle piante.

Frontex e diritti umani – Giovedì 26 la commissione Libertà civili adotterà le sue conclusioni sul rispetto dei diritti fondamentali da parte di Frontex, a seguito di un'indagine conoscitiva.

CONSIGLIO UE

Pesca nel Mar Baltico - Lunedì e Martedì in Lussemburgo si riuniranno i ministri dell'Agricoltura e della Pesca per discutere delle possibilità di pesca per il 2024 nel Mar Baltico, con l'obiettivo di raggiungere un accordo politico. Si discuterà anche della situazione del mercato alla luce della guerra della Russia contro l'Ucraina, nonché degli aspetti alimentari della direttiva quadro sui rifiuti.

Basco, catalano e galiziano - Martedì 24 al Consiglio Affari generali i ministri dei 27 prepareranno le discussioni del Consiglio europeo, ma si discuterà anche dalla richiesta della Spagna di far riconoscere a catalano, basco e galiziano come lingue ufficiali dell'Ue. Si tratta di uno degli impegni presi dal premier Pedro Sanchez per ottenere il consenso dei partiti indipendentisti a un suo nuovo governo, ma molti Stati membri non sono entusiasti dell'idea.

COMMISSIONE EUROPEA

Farmaci e tecnologie pulite - Alla riunione del collegio dei commissari di martedì 24, oltre al piano sull'eolico sarà presentata anche la Comunicazione sulla disponibilità di farmaci, quella sul potenziamento dello spazio amministrativo europeo (ComPAct) e la relazione sugli investimenti nelle tecnologie pulite

Gli altri eventi della settimana europea

Martedì 24 ottobre

Il commissario all'Occupazione, Nicolas Schmit, riceve il presidente dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini.

Mercoledì 25 ottobre

Il commissario agli Affari eocnomici, Paolo Gentiloni interviene al secondo Simposio fiscale dell'Ue "The future of taxation in the EU: challenges ahead & changes needed", organizzato dal Parlamento e Commissione europea e partecipa all'Assemblea 2023 dell'Anci, l'Associazione Nazionale Comuni Italiani, a Genova.

Cinque notizie della settimana appena conclusa

Gli alleati di Meloni arretrano, la Polonia si riscopre pro-Europa
Il partito di destra Pis è primo ma non ha la maggioranza né alleati con cui governare. Possibile una maggioranza tra europeisti e sinistra nonostante le visioni diverse

L'Europa indaga sugli influencer: "Stop a pubblicità occulta"
La Commissione Ue ha lanciato un'indagine sul marketing delle star dei social, che vale 20 miliardi: "Regole sui consumatori vanno rispettate"

La Germania annuncia "deportazioni su larga scala" di migranti
Il cancelliere Scholz ha promesso la linea dura: "Chi vuole un'immigrazione illimitata deve essere abbastanza onesto da dire che non saremo in grado di mantenere il nostro stato sociale come oggi"

Il premio Sakharov a Mahsa Amini e al movimento "Donna, vita e libertà"
La presidente del Parlamento europeo Metsola: "Ricordiamo la loro lotta e continuiamo a onorare tutte coloro che hanno pagato il prezzo finale per portare avanti la battaglia per l'emancipazione"

La stretta dell'Europa sui porti della droga: ce n'è uno anche in Italia
Bruxelles vuole intensificare i controlli per bloccare le rotte navali della cocaina. Punta anche su indagini finanziarie e alla collaborazione tra Stati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruxelles prova a rilanciare l'eolico europeo e la Bce mette in pausa il rialzo dei tassi

Today è in caricamento