menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto dell'incontro tra il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan (a destra), il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel (al centro), e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen (a sinistra). Source: EC - Audiovisual Service

Una foto dell'incontro tra il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan (a destra), il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel (al centro), e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen (a sinistra). Source: EC - Audiovisual Service

All'incontro con Erdogan sedia per Michel ma non per von der Leyen. Scoppia il #sofagate

La prima presidente donna della Commissione viene fatta accomodare su un divano mentre i due leader uomini si accomodano sulle sedie vicino alle bandiere. Impazza la polemica sul web a poche settimane dalla scelta della Turchia di ritirarsi dalla Convenzione di Istanbul contro la violenza di genere

Gli uomini adagiati su due eleganti sedie con le bandiere sullo sfondo, mentre l’unica donna presente alla riunione siede sul divano a debita distanza. Le immagini dell’incontro trilaterale che si è tenuto ieri ad Ankara stanno facendo discutere molto più dei temi dibattuti dai leader. I protagonisti della vicenda sono il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Quest’ultima, giunta nella sala della riunione assieme ai due uomini, considerati dello stesso rango istituzionale, non è riuscita a nascondere l’imbarazzo di fronte all’imprevista scelta di mobilia: due sedie anziché tre, affiancate da un divano. “Ehm”, è stata l’unica espressione di protesta che si è lasciata scappare nell’immediato la numero uno della Commissione europea mentre i due leader si mettevano comodi. Un evidente imbarazzo immortalato dalla telecamere. 

Il #sofagate

Poche ore dopo, la sequenza è diventata virale su Twitter accompagnata dall’immancabile hashtag: #sofagate. A scatenare commenti e reazioni è stato l’imbarazzo di von der Leyen accompagnato dalla noncuranza con cui i due uomini hanno preso posto mentre la prima donna presidente della Commissione europea restava in piedi. Il divano riservatole dall’organizzazione turca dell’incontro istituzionale era identico a quello destinato al ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, che ha preso posto di fronte a von der Leyen. Un gesto che “può essere percepito solo come un affronto”, si legge sulla newsletter mattutina di Politico, il giornale online più influente dell’eurobolla di Bruxelles.

I diritti delle donne in Turchia

L’inconveniente seguito dall’indignazione sul web non sembra del tutto casuale se si prende in considerazione uno dei temi caldi dell’incontro a tre. Il recente ritiro da parte della Turchia dalla Convenzione di Istanbul sul contrasto alla violenza sulle donne è stato uno dei punti di frizione tra le due delegazioni diplomatiche che hanno cercato di uscire dal vicolo ceco della difficile relazione tra Ankara e Bruxelles. Von der Leyen, durante la conferenza stampa successiva all'incontro, si è detta “profondamente preoccupata” per la scelta della Turchia perché “si tratta di proteggere le donne e i bambini dalla violenza e questo è chiaramente un segnale negativo”. Una chiara critica alla decisione di Erdogan.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento