rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
Il progetto / Polonia

La Polonia diventerà l'officina dei carri armati diretti al fronte ucraino

Varsavia costruirà un hub per la riparazione e la preparazione dei tank inviati dai Paesi occidentali a Kiev. Ma mancano i pezzi di ricambio

La Polonia si appresta a pronta a diventare l'officina per i carri armati destinati all'Ucraina, per sostenere lo sforzo di resistere all'invasione della Russia di Vladimir Putin. Varsavia ha intenzione di costruire sul suo territorio un hub in cui transiteranno i mezzi corazzati inviati dai Paesi Occidentali a Kiev, affinché possano essere preparati e riparati, in caso di necessità, prima del loro invio a Kiev. Lo ha annunciato è il ministro polacco della Difesa, Mariusz Blaszczak, a pochi giorni dalla consegna da parte della nazione di quattro Leopard 2A4 a Kiev.

Perché i carri armati Leopard 2 tedeschi sono così importanti per l'Ucraina

L’hub sarà costruito presso lo stabilimento Bumar-Labedy, una divisione del Polish armaments group con sede nell’Alta Slesia, "Il problema principale è la mancanza di pezzi di ricambio", ha evidenziato il ministro, aggiungendo di sperare in una "svolta" su questo punto. A margine del Consiglio Ue informale della Difesa, in corso a Stoccolma, in Svezia, Blaszczak ha incontrato il suo omologo tedesco, Boris Pistorius, per discutere anche della questione. “Mi aspetto dal ministro Pistorius che riesca ad influenzare l’industria tedesca in modo che ci venga consegnato il materiale di ricambio per i carri armati”, ha detto ieri il polacco, precisando che, nonostante l’industria degli armamenti del Paese sia pronta a produrre da sé questi pezzi, solo il produttore originale, ovvero la società tedesca Rheinmetall, dispone di tutta la documentazione necessaria perché la fabbricazione possa avere inizio.

Blaszczak ha segnalato come, dalla "coalizione dei tank" messa in piedi dalla Polonia, sono in arrivo altri otto carri armati provenienti dalla Norvegia, altrettanti dal Canada e sei spediti da Madrid, mentre la Finlandia si prepara ad inviare “materiale di supporto”. Da parte sua Varsavia invierà altri 10 carri armati Leopard 2 di fabbricazione tedesca questa settimana.

La Reuters ha poi rivelato oggi che lo scorso anno La Corea del Sud ha approvato le licenze di esportazione per la Polonia per fornire all'Ucraina i mortai Krab, costruiti con componenti sudcoreani. Si tratterebbe della prima conferma che la Seul ha ufficialmente acconsentito a fornire almeno indirettamente componenti di armi all'Ucraina per la sua guerra contro la Russia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polonia diventerà l'officina dei carri armati diretti al fronte ucraino

Today è in caricamento