rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Guerra in Ucraina

L'Ue accontenta Zelensky: donerà a Kiev 30 milioni di lampadine a led

Il presidente ucraino aveva chiesto 50 milioni di lampadine a basso consumo energetico per far risparmiare elettricità al Paese. Da Bruxelles anche 40 super-generatori per gli ospedali

Bruxelles è pronta a mettere sul tavolo decine di milioni di euro per comprare 30 milioni di lampadine a led da mandare all'Ucraina. L'annuncio è arrivato dalla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel corso della conferenza di sostegno al popolo ucraino che si è tenuta ieri a Parigi. "Abbiamo ascoltato con attenzione l'appello del presidente Zelensky, che ha chiesto alla comunità internazionale di sostenere l'acquisto di 50 milioni di lampadine a led per le famiglie ucraine", ha detto von der Leyen nel suo intervento. 

Il risparmio energetico

"Queste lampadine - ha aggiunto - sono essenziali perché sono più efficienti dell'88% rispetto a quelle tradizionali, quindi consentono un enorme risparmio energetico". "Se usate - ha precisato - 50 milioni di lampadine a led farebbero risparmiare energia pari a un gigawatt di elettricità, che equivale all'intera produzione annuale di una centrale nucleare", ha detto von der Leyen per poi passare alla promessa Ue. 

"Portare la luce in Ucraina"

"La Commissione europea è pronta a mobilitare 30 milioni di euro per l'acquisto di circa 30 milioni di lampadine" a basso consumo. "Spero che altri si uniranno a questo sforzo perché in questo momento di buio e sofferenza, è molto importante portare la luce in Ucraina", ha spiegato la numero uno dell'esecutivo Ue. Nel corso della conferenza di Parigi, durante la quale i Paesi occidentali si sono impegnati a stanziare un miliardo di euro a favore del Paese invaso dalla Russia, l'Ue ha fatto altri annunci importanti. 

Quella di Parigi non sarà una conferenza "di pace" per l'Ucraina

I generatori per aiutare gli ospedali

L'Unione europea, in particolare, sta lavorando "per aumentare la quantità di elettricità che si può scambiare tra Ucraina, Moldavia e il resto d'Europa". Un sostegno "vitale", ha detto von der Leyen, "perché dobbiamo mantenere in funzione la rete ucraina nonostante le bombe russe". "Quindi abbiamo fornito 40 grandi generatori per garantire un'alimentazione ininterrotta a 30 ospedali nelle regioni di Donetsk, Dnipropetrovsk, Zaporizhzhia, Mykolayiv e Kherson", ha sottolineato von der Leyen. Questo stanziamento si aggiunge ai circa 800 generatori che Bruxelles sta inviando in tutto il Paese. "Sappiamo tutti che questo tipo di assistenza può letteralmente salvare vite e so che tutti voi farete il possibile nelle prossime settimane e mesi per fornire questo materiale", ha concluso von der Leyen rivolgendosi agli altri leader in sala.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ue accontenta Zelensky: donerà a Kiev 30 milioni di lampadine a led

Today è in caricamento