Attacchi hacker, Ue sanziona i servizi segreti russi

Per la prima volta, Bruxelles ha deciso di elevare misure restrittive contro gli autori di reati informatici. Tra questi anche 'pirati' della Cina e della Corea del Nord

Il presidente russo Vladimir Putin

I servizi segreti russi, ma anche una società informatica della Corea del Nord, una della Cina e 6 hacker cinesi e russi. Tutti finiti nel mirino delle sanzioni dell'Ue, che per la prima volta ha imposto misure restrittive nei confronti di entità e soggetti accusati di attacchi informatici. E' quanto emerge dalla lista pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'Ue.

I reati contestati riguardano il tentato attacco informatico ai danni dell'Opcw (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche) che ha sede in Olanda, e gli attacchi pubblicamente noti come "WannaCry", "NotPetya" e "Operation Cloud Hopper". Le sanzioni imposte includono il divieto di entrare nel territorio Ue e il congelamento dei beni. E' fatto inoltre divieto alle persone ed entità dell'Ue di mettere fondi a disposizione delle persone ed entità inserite in elenco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sanzioni sono una delle opzioni disponibili del pacchetto di strumenti della diplomazia informatica dell'Ue per prevenire, scoraggiare e contrastare attivita' informatiche dolose condotte contro l'Ue o i suoi Stati membri e oggi, per la prima volta, l'Ue ha utilizzato tale strumento. Il quadro giuridico relativo alle misure restrittive mirate contro gli attacchi informatici è stato adottato nel maggio 2019 e rinnovato di recente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento