menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: EPA/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

Foto: EPA/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

Tour de France, "stop alla tradizione sessista". Niente più bacio con belle donne sul podio

Il ciclismo segue la Formula 1, che ha detto addio alle "ragazze della griglia" nel 2018. Gli organizzatori fanno sapere che a fianco al vincitore ci saranno un uomo e una donna

Una delle usanze più famose del Tour de France terminerà quest’anno. Alla fine di ogni tappa della celebre competizione ciclistica, il vincitore sul podio non sarà più affiancato da due donne giovani e attraenti. A decidere lo stop della lunga tradizione è stato il direttore del Tour, Christian Prudhomme, il quale ha chiarito che le premiazioni si svolgeranno in presenza di un uomo e una donna che affiancheranno il podio del primo classificato nella corsa e nella classifica generale. 

Le accuse di "sessismo"

La decisione è arrivata dopo le accuse di “sessismo” rivolte agli organizzatori del Tour. Un anno fa, come riportato da France 24, sono state raccolte  38.000 firme per chiedere la fine della tradizione ritenuta inopportuna. “Le donne non sono premi, ricompense o oggetti sessuali”, disse all’epoca della protesta l’attivista Fatima Benomar.

Il Tour 2020

L’edizione 2020 del Tour si svolgerà tra fine agosto e inizio settembre e inizierà con una tappa a Nizza. La nuova premiazione accompagnata da un uomo e una donna in realtà non è una novità. “Si fa così già in altre gare da 20 anni come nella Liegi-Bastogne-Liegi”, precisa Prudhomme. La presenza di giovani donne attraenti sui podi sportivi è stata oggetto di dure critiche negli ultimi anni da parte dei movimenti femministi e non solo. Nel 2018, la Formula 1 ha messo fine alle “ragazze della griglia” che erano state sempre presenti all'inizio dei Gran Premi.

Il ciclismo ai tempi del Covid

L'addio al tradizionale bacio di fine corsa delle due ragazze al lato del podio passerà probabilmente inosservata in un Tour che si preannuncia ben diverso dai precedenti. A causa del Covid, oltre al posticipo delle tappe, gli organizzatori dovranno assicurare il rispetto dei rigidi protocolli sanitari. Migliaia di fan seguono abitualmente a bordo strada il percorso di tre settimane. Per non fermare anche quest’altra tradizione, Prudhomme ha invitato gli spettatori a indossare mascherine protettive e a fare attenzione alle norme sul distanziamento sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Svizzera vuole vietare il burqa con un referendum

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento