rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Il giallo / Portogallo

Fiato sospeso per la piccola Maddie: ricerche in un lago artificiale in Portogallo

Intervistato dal Sun, un avvocato rivela che aveva già ricevuto una soffiata dalla malavita su quel bacino idrico, ma che era stato ignorato dalla polizia

Nel Regno Unito riesplode il caso di Maddie McCann sulla stampa britannica, in particolare quella scandalistica. Si tratta della piccola scomparsa in Portogallo 16 anni fa mentre si trovava in vacanza con i genitori. È arrivata il 22 maggio la notizia delle ricerche avviate dalla polizia in un lago artificiale in Algarve, forse su diretta indicazione del principale sospettato: il tedesco Christian Brueckner. Si sa per certo che l'uomo, che aveva abitato in Portogallo tra il 1995 e il 2007, visitava spesso questi luoghi.

La ricerca nel bacino idrico in prossimità della città di Silves, nel sud del Portogallo, viene effettuata in maniera congiunta dalla polizia tedesca e da quella portoghese, con l'impiego di sommozzatori. Si tratta della prima ricerca ufficiale nella diga, ma il tabloid The Sun ha rivelato che non si tratterebbe di una novità assoluta. Un avvocato, Marcos Aragao Correia, avrebbe rivelato in un'intervista come 15 anni fosse già stato informato della diga ora al centro delle ricerche di Madeleine McCann da parte della polizia.

L'avvocato ha affermato di aver organizzato la prima ricerca subacquea della diga di Arade, vicino a Silves, a soli 45 minuti da Praia da Luz, dove Maddie scomparve nel 2007. Aragao Correia, 47 anni, ha dichiarato di aver ricevuto una soffiata da un contatto della "malavita" che gli aveva detto che Maddie era stata gettata in un "lago deserto con acque torbide". Ha aggiunto che all'epoca, dopo essere stato ignorato dagli investigatori portoghesi, aveva organizzato una ricerca privata nel bacino idrico con squadra di sommozzatori britannici, ma che l'operazione si era rapidamente esaurita nel 2008. I sommozzatori, a suo dire, avrebbero comunque trovato alcuni oggetti sospetti, tra cui un lungo cavo e strisce di nastro adesivo. "Gli indizi che ho ricevuto poco dopo la scomparsa di Madeleine indicavano che era stata rapita, violentata e uccisa e che il suo corpo era stato gettato in un lago dell'Algarve", ha dichiarato Correia al Sun Online.

I McCann alloggiavano in un appartamento in affitto con i loro tre figli quando Madeleine è scomparsa dalla sua camera da letto mentre i genitori stavano cenando in un ristorante vicino. Secondo un'ipotesi investigativa Christian Brueckner sarebbe entrato nella stanza d’albergo per un furto ma avrebbe deciso poi di portare via la bambina. L'uomo è già in carcere dal 2019 per lo stupro di una donna americana avvenuta negli anni in cui viveva in Portogallo. I Tabloid attendono adesso il ritrovamento del corpo della piccola per fare luce su un caso che ufficialmente risulta ancora irrisolto.

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiato sospeso per la piccola Maddie: ricerche in un lago artificiale in Portogallo

Today è in caricamento