rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
La storia / Francia

Scarcerato Sobhraj, il serial killer degli hippie. Ha ispirato la serie Netflix "The Serpent"

Ritenuto responsabile di almeno venti omicidi, è stato liberato dai giudici del Nepal per motivi di salute. Verrà operato al cuore in Francia

Il serial killer francese Charles Sobhraj, ritenuto responsabile di almeno venti omicidi avvenuti in Asia negli anni Settanta, è stato rilasciato da una prigione in Nepal. Alla sua storia, che ha ispirato la serie "The Serpent" prodotta da Netflix e Bbc, si aggiungerà quindi il capitolo inedito del ritorno in Francia da uomo libero. Il 78enne, rispondendo all'agenzia Afp, si è detto "innocente" e ha anticipato che farà causa "a molte persone". 

"È stato tutto costruito su documenti falsi", ha aggiunto durante il viaggio. La Corte suprema del Nepal, che mercoledì ha disposto il suo rilascio, ha affermato che Sobhraj necessita di un intervento chirurgico al cuore. La legge nepalese che consente il rilascio per motivi di salute dei detenuti che hanno già scontato tre quarti della loro condanna. I giudici hanno però disposto il trasferimento in Francia entro 15 giorni. 

Cittadino francese con madre vietnamita e padre indiano, Charles Sobhraj iniziò a viaggiare nei primi anni Settanta per poi stabilirsi nella capitale thailandese, Bangkok. Fingendosi un commerciante di pietre preziose, fece amicizia con le sue vittime, spesso turisti occidentali che percorrevano il cosiddetto 'hippie trail', la rotta turistica dell'Asia meridionale che attraversava la Turchia, l'Iran, l'Afghanistan, il Pakistan, l'India e il Nepal. La strategia del 'serpente' era quella di drogare le vittime prima di derubarle e ucciderle. 

Soprannominato anche come "killer dei bikini", Sobhraj è stato collegato a oltre venti omicidi. L'altro soprannome, "il serpente", deriva dalla sua capacità di assumere altre identità per sfuggire alla giustizia. 

Su Netflix arriva un nuovo crime drama, è The Serpent. Annunciata data di uscita e trailer

Arrestato in India nel 1976, ha inizialmente trascorso oltre vent'anni in carcere intervallati da un'evasione nel 1986 compiuta dopo aver drogato le guardie carcerarie. Rilasciato nel 1997, nel 2003 è stato individuato in Nepal nel quartiere turistico di Kathmandu e nuovamente arrestato. L'anno successivo è arrivata la condanna all'ergastolo per l'omicidio del 1975 della turista americana Connie Jo Bronzich, alla quale poi si è aggiunta anche quella per l'omicidio del compagno canadese della vittima.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarcerato Sobhraj, il serial killer degli hippie. Ha ispirato la serie Netflix "The Serpent"

Today è in caricamento