Negoziante ai ladri: “Non ho soldi tornate dopo”. Loro lo fanno davvero (e la polizia li arresta)

Tentativo di rapina surreale in Belgio, il proprietario dell'esercizio è riuscito ad allontanare i malviventi con uno stratagemma e poi ha chiamato le forze dell'ordine

Una storia piuttosto surreale, ma che in Belgio diventa reale. Un negoziante si è salvato da una rapina chiedendo ai ladri di tornare quando avrebbe avuto la cassa piena, e loro lo hanno fatto davvero finendo così per farsi arrestate. È accaduto a Montignies-sur-Sambre, nella zona di Charleroi. Didier, un venditore di sigarette elettroniche, ha visto entrare sei persone nel suo negozio sabato scorso verso le 15 e ha capito immediatamente che si trattava di ladri. Quando questi gli hanno intimato di consegnargli l'incasso ha tentato una mossa rischiosa ma che nei fatti si è rivelata geniale. “Gli ho detto chiaramente che non è alle 3 del pomeriggio che si rapina un negozio. È come andare da un fattorino alle 5 del mattino per derubarlo. Gli ho suggerito di tornare alle 18:30 spiegando: ora al massimo mi freghi mille euro, più tardi ne troverai molte di più”, ha raccontato a Rtl.

Invece di arrabbiarsi i rapinatori, probabilmente dei dilettanti, lo hanno preso in parola e se ne sono andati. A quel punto l'uomo ha immediatamente chiamato la polizia chiedendo di mandare degli agenti in borghese, ma questi pensavano fosse inutile perché credevano che i ladri non si sarebbero davvero ripresentati. Didier ha molto insistito e così gli agenti hanno accettato. I ladri però sono tornati prima dell'arrivo dei poliziotti, alle 17:30, e il commerciante allora li ha affrontati a muso duro: “Ma non avete un orologio? Manca ancora un'ora”. E loro se ne sono andati per una seconda volta. Al loro terzo ritorno, questa volta puntuali hanno trovato la polizia in borghese ad attenderli che li ha inseguiti e fermati. In 5 sono stati arrestati, di cui un minorenne, e ora rischiano una condanna per rapina a mano armata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento