Basta poliziotti disarmati: anche nel Regno Unito gli agenti porteranno una pistola, almeno nelle zone rurali

I bobbies “inglesi” non hanno armi da fuoco in dotazione e in caso di necessità chiamano le forze speciali. Ma per la lotta la terrorismo questa regola potrebbe presto cambiare fuori dalle città

Tra le particolarità di Londra, che spesso vengono notate dai turisti, c'è il fatto che i poliziotti non portano pistole. I “bobbies”, gli agenti che perlustrano quotidianamente la città, hanno un manganello, uno spray urticante o un teaser, ma nessuna arma da fuoco. In caso di emergenza questi poliziotti chiedono l'intervento delle forze speciali, che sono sì armate e che comunque sono dispiegate in città nelle zone sensibili, ma normalmente intervengono senza bisogno di dover sparare un colpo. Ma questa tradizione potrebbe presto cambiare, almeno lontano dalle principali città.

Solo un agente su 10 è armato

Lì l'intervento delle forze speciali richiede più tempo quindi la polizia sta studiando una riforma per assicurare tempi di risposta più rapidi. “Valutiamo le scelte in base al consenso che suscitano e non siamo un servizio di polizia armato. Ma se ci sono delle lacune nella quantità di protezione che siamo in grado di fornire al pubblico, allora dobbiamo pensare ad alcuni modi innovativi per colmare queste lacune", ha spiegato Simon Chesterman del National Police Chiefs’ Council.

Al momento solo il 10 per cento degli agenti è addestrato ad utilizzare armi da fuoco. In seguito ad una campagna di reclutamento messa in atto dopo gli attacchi dell'Isis in Europa, il numero dei poliziotti armati in Inghilterra e Galles, dove verrà messa in atto la riforma, è aumentato di 1.351 unità, arrivando a quasi 6.500. Ma il numero totale degli agenti è comunque di quasi 122mila.

L'attentato del London Bridge

La maggior parte degli ufficiali armati girano in veicoli speciali e intervengono solo in caso di necessità. Il numero di questi veicoli è aumentato del 25% dal 2015 e il tempo di intervento è stimato in circa dieci minuti nelle principali aree urbane. Scotland Yard rivendica che dopo l'attentato al London Bridge dello scorso giugno i terroristi furono uccisi dopo solo 8 minuti dall'attacco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Gran Bretagna è uno dei pochi Paesi ad avere poliziotti disarmati, insieme a Norvegia, Nuova Zelanda e pochi altri Stati. La regola però non vale in tutto il Regno Unito. Nell'Irlanda del Nord, parte “calda” del Paese a causa della presenza per anni di militanti armati dell'Ira, tutti i poliziotti portano regolarmente una pistola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento