Nell'Ue non tutti brindano al Capodanno alla stessa ora. I primi e gli ultimi saranno i francesi, ecco perché

Se ci si attiene alla geografia, sono i paesi dell'Est i primi europei a festeggiare il nuovo anno, mentre gli ultimi sono i portoghesi. Ma l'Unione non si ferma all'Europa

EPA/SANJEEV GUPTA

Non tutti i circa 500 milioni di cittadini dell'Unione europea festeggeranno alla stessa ora il nuovo anno. In Europa, geograficamente parlando, ci sono tre fusi orari. Ma se si allarga lo sguardo al resto del mondo, e ai residui coloniali dei paesi europei, i fusi orari diventano molti di più. Ecco cosi' che la Francia, grazie ai suoi territori d'Oltremare, puo' vantare il record di essere il primo e ultimo paese dell'Ue a festeggiare il nuovo anno.

Si comincia nelle isole di Wallis e Futuna, nell'oceano Pacifico, dove i circa 12mila francesi qui residenti sono tra i primi al mondo a festeggiare il nuovo anno, in anticipo di ben 11 ore rispetto a Parigi. E si finisce nella Polinesia francese, dove si brinda con undici ore di ritardo. 

Tornando a latitudini più vicine a noi, saranno i paesi Ue dell'Est e la Grecia a brindare per primi, con un'ora di anticipo rispetto all'Italia. Il conto alla rovescia partirà un'ora dopo, invece, nel Regno Unito e in Portogallo. Anche se non tutti i portoghesi festeggeranno nello stesso momento: i residenti delle isole Azzorre, infatti, alzeranno i calici due ore dopo l'Italia e un'ora dopo Lisbona.  

Nel resto del mondo, i primi e gli ultimi al mondo a brindare al nuovo anno sono gli abitanti di piccole isole del Pacifico: il 2018 inizia, 13 ore prima che in Italia, a Kiritimati (o Christmas Island) dove passa la linea internazionale del cambiamento di data, tracciato immaginario istituito nel 1884. Gli ultimi a rimanere nel 2017 sono, invece, insieme agli “europei” della Polinesia, anche gli abitanti delle isole Samoa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Guardando alle capitali, Auckland in Nuova Zelanda è la prima metropoli a dare il benvenuto al nuovo anno 13 ore prima dell'Italia. Poi tocca a Sydney (11 ore prima) dove, come tradizione è atteso un mega spettacolo pirotecnico nella baia dell'Opera; a Tokyo, 9 ore prima di noi, si alzano nel cielo le lanterne bianche dai Giardini Imperiali; poi Singapore prima di passare all'India (5 ore), la Russia (a Mosca si festeggia 3 ore prima di Roma).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento