Libia, Di Maio avverte: “Rischio terrorismo per l'Europa”

A Bruxelles Vertice con Italia, Germania, Francia e Regno Unito. L'Unione europea: “Cruciale la cessazione immediata delle ostilità”

Milizie libiche - foto archivio Ansa

"In questo momento la Libia non è solo un rischio per i flussi migratori" diretti in Italia, "ma è un rischio per l'Europa anche per il pericolo terrorismo". Lo ha ribadito Luigi Di Maio, al termine del mini-vertice sulla Libia a Bruxelles con i suoi omologhi di Francia, Germania e Regno Unito e l'Alto rappresentante per la politica estera dell'Ue, Josep Borrell.

"Ue parli con una voce sola"

Il ministro degli Esteri ha ricordato che il Paese nord africano si trova "a poche centinaia di chilometri dalle coste siciliane ed è un Paese fondamentale per il Mediterraneo". "Il nostro lavoro da domani come Ue sarà coeso, l'Ue deve parlare e parlerà con una sola voce", ha continuato il leader del Movimento 5 Stelle sottolineando che "come Italia tuteliamo i nostri interessi quando chiediamo all'Europa di essere protagonista".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No alla soluzione militare

Da parte sua l'Unione Europea chiede la cessazione immediata delle ostilità per evitare il rischio di partizione del Paese. Nella dichiarazione congiunta al termine del vertice si legge che "l'Unione Europea è della ferma convinzione che non c'è soluzione militare alla crisi libica e che un conflitto protratto non farà altro che portare ulteriore miseria ai cittadini ordinari, esacerbare le divisioni, aumentare il rischio di partizione, diffondere l'instabilità nella regione e aggravare la minaccia di terrorismo”. Per questo “una cessazione immediata delle ostilità è quindi cruciale". Nel testo l'Ue riafferma il suo "impegno a cessare immediatamente i combattimenti attorno a Tripoli e altrove" e la volontà di "contribuire ulteriormente alla mediazione Onu e a un rapido ritorno ai negoziati politici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • Coronavirus, Londra cambia metodo di conteggio e si 'taglia' 5mila vittime

  • Per fermare il coronavirus in Galizia vietato anche fumare per strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento