rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Lavori particolari / Germania

Cercasi guardiano del faro: tremila euro al mese per fare 161 gradini al giorno

A Wangerooge la struttura non lampeggia più, ma è diventata un'attrazione turistica. Chi ci lavorerà non deve soffrire di vertigini e dovrà occuparsi della biglietteria e di piccoli lavori di manutenzione

Cercasi guardiano di un vecchio faro su una piccola isola del Mare del Nord. L'avviso è stato postato dal comune di Wangerooge, isola tedesca nel Mare dei Wadden. Requisito essenziale: non soffrire di vertigini. La conoscenza delle maree e della navigazione è un plus apprezzato. Per lavorarci, hanno fatto sapere le autorità locali, bisogna essere fisicamente idonei, visto che bisogna salire in cima alla struttura, alta 39 metri, per aprire e chiudere l'accesso. 

Non è necessario invece avere conoscenze specifiche sull'illuminazione, visto che il vecchio faro, di colore bianco e rosso, in realtà non è più in funzione dal 1969. Viene invece utilizzato dal 1972 come punto di osservazione ed è diventato un'attrazione turistica, con al piano terra il museo dell'isola. Oggi il faro è un vero e proprio simbolo della Frisia orientale, la regione costiera della Germania in cui si trova la struttura.

In base alla descrizione del lavoro, i compiti del guardiano comprendono: vendita dei biglietti, controllo degli ingressi, manutenzione delle aree verdi e vendita di souvenir. Il faro è stato recentemente chiuso per restauro, ma una volta terminati i lavori rimane la manutenzione ordinaria. "L'artigianato qualificato sarebbe un vantaggio, perché c'è sempre un po' di lavoro da fare su un edificio così vecchio", ha precisato Rieka Beewen, rappresentante del sindaco a Wangerooge. Lo stipendio non è precisato, ma l'annuncio fa riferimento al "contratto collettivo di servizio pubblico (Tvod Vka), fino al gruppo salariale 5, a seconda delle qualifiche". Il gruppo salariale 5, il massimo che si potrebbe ottenere, oscilla tra i 2.929 euro e i 3.570 al mese.

A breve gradualmente la struttura dovrebbe essere riaperta: prima dovrebbe aprire il museo, poi la scalinata che conduce in cima alla struttura. Tra le attività preferite dai visitatori c'è lo scambio dei voti nuziali che le coppie fanno nell'ex sala del guardiano. Per chi volesse rispondere all'annuncio resta il problema dell'alloggio, visto che non è possibile abitare nell'edificio, di dimensioni troppo ridotte. Le abitazioni scarseggiano in tutte le Isole Frisone Orientali, ma le autorità locali hanno assicurato che la comunità aiuterà volentieri il prossimo guardiano a trovare una sistemazione.

Continua a leggere le notizie di Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercasi guardiano del faro: tremila euro al mese per fare 161 gradini al giorno

Today è in caricamento