Progetto Eureka, Furore (M5s): “I giovani si riprendano l’Europa”

Studenti, neo-laureati e docenti dell’Università di Foggia invitati a Bruxelles per partecipare a corsi di europrogettazione e sessioni informative su Erasmus e Horizon

Mario Furore

Con il progetto Eureka, dal 20 al 22 gennaio studenti, neo-laureati, docenti e personale dell’Università degli studi di Foggia saranno a Bruxelles per una full immersion formativa sul tema dell’europrogettazione. L’annuncio arriva dal parlamentare europeo Mario Furore del Movimento  cinque stelle, che poi rivolge un appello ai giovani affinché “si riprendono l’Europa”.

Le risorse

Dal programma Erasmus a Horizon Europe, che si focalizza su ricerca e innovazione, il nuovo bilancio pluriennale dell’Unione europea metterà a disposizione "ingenti risorse per i giovani e il mondo dell’università", si legge in una nota. Fondi e opportunità che, scrive il deputato pentastellato, “non possiamo più permetterci di perdere”. “Con questa iniziativa - prosegue Furore - accorciamo le distanze fra Bruxelles e il Sud Italia”.

"Cambiare l'Europa"

L’invito rivolto ai giovani arriva durante la conferenza stampa organizzata a Foggia alla presenza del Rettore dell’università, Pierpaolo Limone. “Eureka è un progetto molto ambizioso nato dall’idea di innescare, in stretta sinergia con l’università di Foggia, un meccanismo virtuoso che favorisca la formazione dei professionisti del domani”, sottolinea l’esponente del M5s. “I giovani - auspica Furore - devono guardare con nuova speranza all’Europa, confrontarsi con le tante realtà presenti e investire nel loro futuro”. 

“Solo mettendo i giovani al centro della nostra azione politica - conclude il deputato - l’Europa riuscirà a cambiare e a essere sempre più vicina e incisiva per i cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

  • La Svezia: "Il nostro è un lockdown virtuale". Ma l'immunità di gregge è lontana

Torna su
EuropaToday è in caricamento