La depressione si combatte con uno spray nasale. L'Ue dà il via libera all'esketamina

“Rapidità d'azione ed elevate percentuali di remissione”. Accademici e medici approvano la nuova terapia per il disturbo che colpisce circa 40 milioni di persone in Europa e rappresenta la principale causa di invalidità al mondo

Photo by U3143168 - commons.wikimedia.org

I sintomi della depressione a breve potranno essere trattati con un comodo spray nasale, la cui sperimentazione fa ben sperare per i destini di milioni di pazienti. La Commissione europea ha infatti dato il via libera al farmaco Spravato, uno spray nasale che, in associazione a un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina o della serotonina-norepinefrina, può regalare effetti positivi anche in pochi giorni sui pazienti adulti che soffrono del disturbo depressivo più resistente agli altri trattamenti. Il disco verde dell’Ue è arrivato alla luce dei dati di un programma di sperimentazione clinica su pazienti adulti con disturbo depressivo acuto, in cui oltre 1600 soggetti hanno ricevuto esketamina, contenuta nello spray nasale. Circa la metà dei pazienti trattati hanno raggiunto la remissione dei sintomi dopo quattro settimane di somministrazione. 

Gli effetti positivi

Progressi importanti, dovuti all’azione dell’esketamina, antagonista del recettore per il glutammato N-metil D-aspartato (Nmda), che funziona in maniera diversa dalle altre terapie attualmente disponibili. Gli esperti ritengono che aiuti a ripristinare le connessioni sinaptiche tra le cellule cerebrali dei pazienti, rendendo possibile un aumento dell'attività e della comunicazione tra regioni specifiche del cervello. In base ai risultati degli studi clinici, si pensa che questo incremento di attività e comunicazione aiuti ad alleviare i sintomi della depressione.

Il confronto con le altre sostanze

Ai fini della sperimentazione sono stati considerati pazienti con disturbo depressivo più resistente al trattamento, coloro che non hanno risposto ad almeno due diverse terapie antidepressive nel corso dell’ultima manifestazione dei sintomi da moderata a grave, precisa una nota delle società farmaceutiche Janssen del Gruppo Johnson & Johnson. I risultati della ricerca dimostrano che nei pazienti adulti (18-64 anni), a partire dal secondo giorno di terapia, il trattamento con esketamina spray nasale, unito a un antidepressivo orale, era associato a una maggiore riduzione dei sintomi depressivi rispetto al trattamento con un antidepressivo orale assunto assieme a uno spray nasale placebo.

Il parere dell'esperto

Il 70% circa dei pazienti trattati con esketamina ha risposto al trattamento, ottenendo una riduzione dei sintomi pari o superiore al 50%. “Ho avuto pazienti che hanno sofferto di disturbo depressivo maggiore per moltissimi anni e hanno provato tante terapie, aspettando spesso 4-6 settimane per ottenere un effetto”, spiega Siegfried Kasper, presidente dell'International College of Neuropsychopharmacology. “La rapidità d'azione e le elevate percentuali di remissione osservate negli studi cardine rendono esketamina spray nasale un'opzione terapeutica molto promettente per i pazienti che ne hanno più bisogno”, conclude l’esperto.

Chi soffre di depressione

Il disturbo depressivo maggiore (Mdd) colpisce circa 40 milioni di persone in Europa ed è la principale causa di invalidità al mondo. Per questi pazienti, l'obiettivo principale del trattamento è alleviare i sintomi della malattia e ottenere infine la remissione, eliminando totalmente o in larga parte i sintomi depressivi. 

"Un nuovo strumento"

Tuttavia, un terzo circa dei pazienti con Mdd non risponde alle terapie attualmente disponibili. “L'approvazione di esketamina spray nasale offre un nuovo strumento per la cura dei pazienti affetti da disturbo depressivo maggiore resistente al trattamento con un meccanismo d'azione innovativo”, sottolinea Husseini Manji, responsabile del settore terapeutico delle Neuroscienze per Janssen Research & Development. “Siamo molto fieri di introdurre una nuova opzione di trattamento innovativa - conclude Manji - che contribuirà a colmare un'importante lacuna terapeutica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Chiuderemo Facebook e Instagram in Europa", ecco il perché della minaccia di Zuckerberg

  • “I migranti ci penseranno due volte prima di imbarcarsi per l’Europa”, bufera sul nuovo piano Ue

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • "Svezia verso l'immunità di gregge, lì la pandemia potrebbe essere finita"

  • Code di 7mila tir e crisi peggiore del Covid: Londra adesso teme la Brexit senza accordo

  • Cercasi rifiuti: termovalorizzatori danesi a secco perché manca la spazzatura da bruciare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento