“Corso base per portavoce M5s al Parlamento Ue”, al via le lezioni per gli aspiranti eurodeputati

Servizio e-learning offerto dalla piattaforma Rousseau. Nozioni divise in quattro moduli: si parte con la conoscenza delle istituzioni europee per arrivare agli organi dell’Eurocamera e concludere coi lavori parlamentari

Davide Casaleggio

Un corso online per svolgere al meglio il ruolo di rappresentanti dei cittadini. L’europarlamentare Laura Agea del Movimento 5 stelle ha annunciato il via ai corsi di per diventare “Portavoce al Parlamento europeo”, appellativo da sempre preferito dai pentastellati al titolo di “onorevole”. Le lezioni si terranno sulla piattaforma Rousseau, che ospita altri corsi per ricoprire ruoli di rappresentanza a livello locale e nazionale o per imparare il funzionamento del bilancio della Pubblica amministrazione. 

“Il Parlamento europeo - spiega Agea nel video di presentazione - e in generale tutte le istituzioni europee rappresentano un sistema complesso che va capito nel suo insieme”. L’europarlamentare elenca quindi il contenuto dei quattro moduli nei quali si articolerà il corso. 

Come funziona il corso

“Nel primo vi forniremo le principali nozioni di base sul Parlamento europeo nel contesto delle istituzioni dell’Unione”, dice la Agea per poi precisare che il modulo affronterà anche le origini storiche dell’unica istituzione Ue eletta direttamente dai cittadini.

“Nel secondo modulo - prosegue la Agea - analizzeremo in dettaglio gli organi del Parlamento europeo: dai presidenti all’ufficio di presidenza, dalla conferenza dei presidenti fino al ruolo, ovviamente, dell’eurodeputato”.

Gli ultimi due moduli si concentrano invece sulle commissioni parlamentari e il funzionamento dell’Eurocamera. “Analizzeremo anche la procedura di bilancio”, sottolinea l’eurodeputata eletta nel 2014. 

“Per ogni lezione sono disponibili test di autovalutazione per capire il grado del proprio apprendimento”, precisa la parlamentare, che segnala anche la disponibilità di “dispense e strumenti di approfondimento”.

Le nuove regole interne

L’avvio dei corsi coincide con un intenso dibattito all’interno del Movimento cinque stelle in seguito alle sconfitte elettorali in Abruzzo e in Sardegna. In questi giorni sono state avanzate proposte che vanno dalla deroga del limite dei due mandati per gli eletti ai consigli comunali fino all’introduzione di una “struttura pesante con sedi e centri studi”, come sostenuto dal viceministro all’Istruzione Lorenzo Fioramonti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento