Coronavirus, la Germania accoglie 113 pazienti di altri Stati Ue, 26 sono italiani

Al nostro Paese sono stati messi a disposizione anche altri 81 posti. Berlino ci ha anche mandato sette tonnellate di aiuti, tra cui respiratori, e un team di medici di Jena è stato inviato a Napoli

Trasferiento di pazienti Covid-19 in Germania - foto Ansa EPA/SASCHA STEINBACH

Al di là delle polemiche sulle questioni economiche anche la Germania di Angela Merkel sta mostrando solidarietà verso gli altri Paesi con atti concreti. E lo sta facendo mettendo il suo sistema sanitario, probabilmente il più solido d'Europa, a disposizione degli altri Stati più colpiti dalla pandemia di coronavirus, a partire dall'Italia.

Al momento un totale di 113 pazienti malati di Covid-19 provenienti da altre parti dell'Unione Europea sono stati accolti negli ospedali tedeschi per essere curati. Di questi 85 provenivano dalle zone più colpite dal virus in Francia, come la regione di confine Alsazia (quella in cui si trova la città di Strasburgo), poi 26 dall'Italia e due dall'Olanda. Il trasferimento di alcuni di questi pazienti è stato assicurato dalla Bundeswehr, l'esercito. Negli ospedali tedeschi restano ancora a disposizione 81 posti letto per malati provenienti dal nostro Paese e altri 13 per pazienti trasferiti dalla Francia. Berlino ha anche offerto disponibilità ad accogliere pazienti dalla Spagna.

Da ieri inoltre è attivo a Napoli un team di medici ed infermiere dell'ospedale Universitario di Jena. Inoltre il Paese ha inviato sette tonnellate di aiuti in Italia, tra cui respiratori e maschere per l'ossigeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

  • "Tornerò in Russia per portarla verso l’Ue". Navalny lancia la sfida a Putin

  • La Svezia: "Il nostro è un lockdown virtuale". Ma l'immunità di gregge è lontana

Torna su
EuropaToday è in caricamento