Mercoledì, 29 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus, la fake news degli Stati Ue contro gli italiani

Su media e social girano notizie e allarmi sulle restrizioni ai nostri connazionali. Ma la realtà è diversa

“Non chiudiamo le frontiere, non avrebbe senso”. È stato categorico il ministro francese della Salute, Olivier Véran, intervistato dalla radio Rtl. “Prepariamo insieme i dispositivi di controllo sanitario e di intervento - ha proseguito - in città come negli ospedali, nell'ipotesi in cui l'epidemia dovesse arrivare”. Ma i toni dell’omologo di Roberto Speranza sono lontani dall’allarmismo descritto da alcuni media nei confronti dell’Italia, e le limitazioni effettive sono state applicate ai soli bambini e studenti che sono stati in Lombardia o in Veneto nelle ultime due settimane. 

La Lega ticinese contro gli italiani

Richieste di restrizioni arrivano invece dalla Svizzera, ma solo dalla Lega dei Ticinesi, partito che vorrebbe chiudere gli accessi dall'Italia e, più specificamente, dalla Lombardia, di fronte alla crisi dei contagi da coronavirus. Il partito della destra elvetica parla di “fumose comunicazioni ufficiali” provenienti dall’Italia, e si lamenta che “continuano a non essere previste misure ai confini con l'Italia per tutelare la popolazione ticinese”. Ma il Governo della Confederazione, finora ha deciso di non seguire i suggerimenti dell’opposizione leghista, scatenando le ire del politico ticinese Lorenzo Quadri. “Berna, anche in questo frangente, sottovaluta colpevolmente le conseguenze che la collocazione geografica del Ticino comporta per la sua popolazione in regime di libera circolazione delle persone”, tuona il leghista contro il suo Governo. “Chi compie simili scelte se ne dovrà assumere la responsabilità”, avverte Quadri.

Confine con l'Austria

Frontiere aperte, almeno per il momento, anche con l’Austria, nonostante nel Tirolo sia stata confermata la presenza di due contagi. Si tratta si due giovani, entrambi di 24 anni, originari della Lombardia e che vivono a Innsbruck. “Non sono in pericolo di vita”, ha confermato il governatore del Tirolo, Guenther Platter. Ma dal Governo di Vienna non ci sono state misure draconiane sulla circolazione di persone e merci. 

L'avvertimento del premier sloveno

“La Slovenia chiuderà i confini se necessario”, ha detto il premier dimissionario sloveno, Marjan Sarec, senza però annunciare alcuna misura restrittiva nel breve periodo. In Slovenia, finora 13 persone sono state sottoposte ai test per il coronavirus, ma hanno dato tutti esito negativo.

Polemiche in Belgio

Spostandosi più a nord, le polemiche sul coronavirus si concentrano invece sull’assenza di controlli. Come in Belgio, dove sono circolate tramite social media le lamentele dei passeggeri dei voli dalle regioni italiane a rischio agli scali di Charleroi, nel sud del Paese, e di Zaventem, a Bruxelles. Le autorità sanitarie locali, dal canto loro, invitano i cittadini a mantenere la calma e da evitare allarmismi a meno che non siano stati negli undici comuni (tra il Lodigiano e il Veneto), nei quali si è propagato il virus. 

La smentita del Parlamento europeo

Sempre a Bruxelles, fonti del Parlamento europeo questa mattina hanno dovuto smentire un titolo apparso su un importante media italiano. “Molti Paesi, anche l’Europarlamento, chiudono le porte agli italiani”, ha titolato un giornale. Ma dagli uffici amministrativi del Parlamento europeo era arrivata solo una mail a tutti i dipendenti (non solo agli italiani), nella quale si chiedeva, a chi era stato nelle quattro regioni a rischio (Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto), di sottoporsi a 14 giorni di telelavoro da casa. Più moderato il protocollo adottato dalla Commissione europea, che ha chiesto di non recarsi in ufficio alle sole persone che sono state negli undici comuni della zona rossa nelle ultime settimane. Quest’ultimo provvedimento avrebbe convinto anche i piani alti dell’Eurocamera a ripensare alla mail mandata ieri sera ai dipendenti e, nelle prossime ore, appare probabile una parziale marcia indietro sulle intere regioni a rischio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la fake news degli Stati Ue contro gli italiani

Today è in caricamento