"I coronabond? Regalo alla mafia italiana", l'editoriale choc del quotidiano tedesco

Il giornale Die Welt, punto di riferimento della destra liberale-conservatrice: "Una gigantesca perdita di miliardi di euro per i nostri contribuenti. La Commissione europea controlli gli italiani"

Foto Ansa Giuseppe Lami

È un attacco davvero forte quello che arriva dalla Germania. Da un giornale in realtà, non certo da Berlino, ma che pesa come un macigno al punto tale che è intervenuto addirittura il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che lo ha definito “vergognoso e inaccettabile”, chiedendo al governo di Angela Merkel di “prendere le distanze”.

Coronabond e mafia

Il quotidiano "Die Welt", punto di riferimento della destra liberale-conservatrice, nel ribadire la propria contrarietà all'introduzione degli eurobond, che l'Italia e altri Stati membri dell'Ue propongono come strumento per far fronte alla crisi provocata dalla pandemia di coronavirus, adducendo tra le motivazioni il fatto che arricchirebbero la mafia. Secondo "Die Welt", gli Stati membri dell'Ue dovrebbero certamente aiutarsi tra loro, ma non senza limiti né controlli, visto che "in Italia la mafia aspetta soltanto una nuova pioggia di soldi da Bruxelles".

Italiani "da controllare"

Inoltre, "gli italiani devono essere controllati" dalla Commissione europea e "devono dimostrare" di spendere gli aiuti esclusivamente per l'emergenza sanitaria. In questi giorni in cui "sono in gioco le basi dell'Ue", ci si interroga su "fino a che punto debba arrivare la solidarietà finanziaria tra i 27 Stati membri". La solidarietà deve essere "generosa", ma non senza limiti. La solidarietà è, infatti, "un'importante categoria europea, ma anche la sovranità nazionale e la responsabilità dei politici nei confronti dei loro elettori sono fondamentali".

Gli allarmi in Italia

L'allarme non arriva per pregiudizi, sono in tanti ad aver ipotizzato che la mafia, come sempre, riuscirà a trovare il modo di arricchirsi sulle spalle del popolo italiano anche usando un'emergenza come quella in corso. E ci sono già le prime inchieste su truffe in corso. Il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho in un'intervista a La Repubblica, ha detto chiaramente che "la crisi sanitaria è una crisi economica e sociale. Dunque, una questione criminale. Non c'è crisi che non sia una grande opportunità per le mafie". “I settori di mercato che le organizzazioni mafiose italiane controllano si stanno espandendo con la pandemia”, ha detto al Daily Telegraph Roberto Saviano, che prevede che "le mafie triplicheranno i loro profitti”, grazie all'emergenza “perché i settori in cui hanno investito e che ora controllano in molte aree, stanno crescendo”.

I contribuenti tedeschi

In questo contesto, "Roma e Parigi stanno spingendo a tutta forza per gli eurobond", ossia per una responsabilità del debito congiunta tra gli Stati membri dell'Ue. Tuttavia, avverte "Die Welt", le obbligazioni europee sarebbero "una gigantesca perdita di miliardi di euro per i contribuenti tedeschi". Per la testata Merkel deve quindi "rimanere ferma" nella sua contrarietà agli eurobond, "soprattutto ora che l'Ue vuole mettere sul tavolo aiuti economici per 500 miliardi di euro per paesi come l'Italia e la Spagna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i tedeschi la colpa è della nostra cattiva gestione

E che l'Italia in qualche modo vada controllata lo pensano anche i tedeschi a quanto pare, ch eperò sono convinti comunque che il nostro Paese vada aiutato. Quasi la metà dei tedeschi pensa che i problemi dell'Italia e della Spagna con la crisi del coronavirus siano dovuti principalmente alla cattiva governance in quei Paesi. Un sondaggio condotto dall'azienda londinese Redfield & Wilton, ha rilevato che il 45% degli intervistati concorda sul fatto che i problemi legati all'emergenza coronavirus affrontati da Spagna e Italia sono "principalmente dovuti alla loro cattiva governance", e solo il 22 percento non è d'accordo con l'affermazione. Allo stesso tempo il sondaggio afferma anche che il 55% concorda sul fatto che "la Germania dovrebbe fare tutto il possibile per aiutare”, questi due Paesi a far fronte alle “conseguenze economiche della pandemia di coronavirus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Le Figaro celebra Conte: "Negoziatore di talento, esce rafforzato dalla crisi del Covid"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento