La Catalogna perde pezzi anche in Ue: "licenziati" due membri del Comitato delle Regioni

Si tratta di Maria Badia i Cutchet e Amadeu Altafaj i Tardio. La rimozione a seguito dell'applicazione dell'articolo 155 da parte del governo spagnolo

Source: Tvnewsroom

“Spariti” da un giorno all'altro, cancellati dal sito dell'istituzione europea per cui hanno lavorato fino a qualche giorno fa e da quello del loro gruppo politico. Il motivo? Rappresentavano la Catalogna. E' quanto successo a due membri del Comitato europeo delle Regioni, organo consultivo dell'Ue che riunisce le realtà locali dei 28 Stati. I due membri “licenziati” sono  Maria Badia i Cutchet e  Amadeu Altafaj i Tardio.

Per entrambi, la rimozione dell'incarico è scattata a seguito dell'applicazione dell'articolo 155 da parte del governo spagnolo, che ha di fatto commissariato la Catalogna.

Maria Badia i Cutchet, segretario di Stato per gli Affari esteri del destituito governo catalano, era entrata a far parte del CdR nell'aprile scorso come membro titolare delle commissioni Civex (Cittadinanza, governance, affari istituzionali ed esterni) ed Econ (Politica economica). Amadeu Altafaj i Tardio era invece e un membro supplente oltre a essere rappresentante della Catalogna presso l'Ue, incarico ricoperto dopo aver svolto, tra le altre cose, anche il ruolo di portavoce della Commissione europea. 

Dei loro profili personali non vi è più traccia né sul sito del Comitato delle Regioni, né su quello del loro gruppo politico Alleanza europea. Gruppo che comunque, per voce del suo presidente, il fiammingo Karl Vanlouwe, ha espresso solidarietà verso gli indipendentisti catalani: “Faccio appello alle istituzioni europee affinché condannino gli ultimi tentativi del governo e dei tribunali spagnoli di sopprimere i diritti politici catalani. Tutti i democratici dovrebbero essere uniti contro la carcerazione di leader eletti democraticamente. L'Ue non può ignorare questi sviluppi in Spagna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appelli a parte, resta il vuoto istituzionale lasciato dai due rappresentanti catalani. Un vuoto che durerà qualche mese, viste le turbolenze politiche e giudiziarie che stanno scuotendo la regione spagnola. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento