Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Brexit, May annuncia la data di uscita. Ma l'Ue frena Londra: "Chiarisca posizioni o stop a negoziati"

Per il negoziatore dell'Unione Michel Barnier, da parte del Regno Unito non ci sono "progressi sufficienti" sui diritti dei cittadini, sulla questione irlandese e sugli impegni finanziari. La premier britannica: "Andremo via il 29 marzo 2019 alle 23"

© European Union , 2017 / Source: EC - Audiovisual Service / Photo: Mauro Bottaro

Nel giorno in cui la premier britannica Theresa May, con un articolo sul Daily Telegraph, annuncia l'ora e la data esatta dell'uscita del Regno Unito dall'Ue (alle 23 del 29 marzo 2019), l'Unione europea chiude il nuovo round di trattative tra Londra e Bruxelles con un secco e deciso ultimatum: il governo britannico faccia chiarezza su come intende rispettare i suoi impegni con l'Europa entro due settimane, altrimenti la seconda fase delle trattative (quella che deciderà gli aspetti più delicati del dopo Brexit, ossia la fase transitoria e i nuovi rapporti economici del Regno Unito con i 27 paesi Ue) verrà rimandata.

Ad annunciarlo è stato il capo-negoziatore dell'Unione europea, Michel Barnier. La fase 2 delle trattative dovrebbe partire a dicembre. Ma in queste condizioni, l'inizio delle discussioni sul periodo transitorio e sulle future relazioni tra Londra e il resto dell'Ue potrebbe slittare di mesi. "Non si tratta di risolvere tutto nel dettaglio, ma di fare progressi sinceri e reali", ha sottolineato più volte Barnier in conferenza stampa. "Sul piano politico e tecnico-finanziario dobbiamo avere progressi sufficienti" sui diritti dei cittadini, Irlanda e impegni finanziari. "Non ci siamo ancora", ha avvertito Barnier.

Dal lato britannico, il negoziatore di Theresa May, David Davis, ha chiesto all'Ue “flessibilità, immaginazione e pragmatismo”. Soprattutto perché a dicembre ci sarà un Consiglio europeo molto delicato in vista del quale Londra vorrebbe chiudere una volta per tutte la prima parte dei negoziati. 

Che il Regno Unito voglia dimostrare di non avere tentennamenti sulla Brexit, lo dimostra l'articolo di oggi della premier May sul Telegraph in cui ha annunciato: “Il Regno Unito uscirà dall'Unione europea alle 23 (ora di Greenwich) del 29 marzo 2019. Nessuno dubiti della nostra determinazione o metta in dubbio la nostra convinzione, la Brexit ci sarà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brexit, May annuncia la data di uscita. Ma l'Ue frena Londra: "Chiarisca posizioni o stop a negoziati"

Today è in caricamento