Bpm, Sámi blood e Western: ecco i finalisti per il premio Lux del cinema europeo

Le tre pellicole in programmazione in oltre 50 città e molti festival nei 28 Paesi dell’Unione europea saranno ora trasmesse anche al Parlamento europeo che organizza la competizione. Il 14 novembre i deputati voteranno il vincitore

Lux Prize / Europarl

Il Lux Film Prize, il premio per il miglior film europeo dell'anno organizzato dal Parlamento europeo, è giunto quest’anno alla sua 11esima edizione. I tre finalisti sono Bpm, Sámi blood e Western che sono in programmazione in oltre 50 città e molti festival nei 28 Paesi dell’Unione europea, e da oggi anche in una sala dell'Assemblea comunitaria a Bruxelles. I film sono proiettati in lingua originale e sottotitolati nelle 24 lingue ufficiali dell’Ue. Con questa sua iniziativa da anni il Parlamento europeo prova a mostrare la complessità dell'identità europea, rappresentandone i successi, i problemi e le sfide.

I finalisti

BPM - 120 battements par minute è il terzo film del francese Robin Campillo. Il regista ha seguito un gruppo di attivisti dell’associazione Act Up - Paris, determinati a dare maggiore visibilità alla piaga dell’Aids nella Francia del 1992 e a lottare per il progresso nei campi della prevenzione e della ricerca, e contro l’indifferenza generale. Sámi Blood è invece il debutto alla regia della svedese Amanda Kernell. Il film ci riporta negli anni ’30 del ‘900 con la storia di una giovane ragazza lappone che, sognando una vita diversa e con coraggio, abbandona la sua comunità di origine per trovare il suo posto nella società svedese, dove sarà vittima di razzismo e incomprensione. Western infine è Il terzo film della tedesca Valeska Grisebach, è la storia di operai della Germania impiegati nella costruzione di una centrale idroelettrica in Bulgaria. La regista usa lo schema del western classico per parlare di immigrazione economica e integrazione.

Dopo il voto dei deputati, il film vincitore sarà annunciato dal presidente del Parlamento europeo nella Plenaria del 14 novembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I vincitori delle precedenti edizioni del Premio Lux sono stati: Toni Erdmann di Maren Ade lo scorso anno, Mustang di Deniz Gamze Ergüven (2015), Ida di Pawel Pawlikowski (2014), The Broken Circle Breakdown di Felix van Groeningen(2013), Io sono Li di Andrea Segre (2012), Les Neiges du Kilimandjaro diRobert Guédiguian (2011), Die Fremde di Feo Aladag (2010), Welcome diPhilippe Lioret (2009), Le silence de Lorna di Jean-Pierre e Luc Dardenne(2008) e Auf der anderen Seite di Fatih Akin (2007).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento