rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
La nuova campagna

Amsterdam è stufa dei turisti. Per scoraggiarli ora ha introdotto un quiz

"Vorresti una visita guidata tra le vetrine del quartiere a luci rosse? Sappi che non è più un'opzione". Ecco come funzionerà la nuova campagna per dissuadere i visitatori potenzialmente molesti

A quanti ancora associano l'idea di una vacanza ad Amsterdam tra tour dei coffeeshop, capatine al "quartiere a luci rosse" e notti a base di divertimento e alcool, la città vuole dare un segnale molto chiaro: non siete i benvenuti.

Dopo la campagna "stay away" (letteralmente, "stai alla larga", pensato per chi viene ad Amsterdam per organizzare addii al celibato e weekend di follie) e il divieto di fumare cannabis in centro, arriva ora il quiz per dissuadere i turisti ritenuti potenzialmente molesti. 

Come funzionerà il quiz

"Ti piacerebbe comprare cocaina?", viene chiesto esplicitamente al potenziale avventore. "Vorresti una visita guidata tra le vetrine del quartiere a luci rosse? Sappi che non è più un'opzione". Come verrà sottoposto il test? Il vicesindaco di Amsterdam, Sofyan Mbarki, ha spiegato in una conferenza come funzionerà esattamente la nuova campagna: "I futuri turisti che cercano su Google 'caffetteria di Amsterdam', 'quartiere a luci rosse di Amsterdam' o 'addio al celibato di Amsterdam' arriveranno a questo quiz automaticamente tramite Google ads". Schiettezza e praticità olandese nella loro massima forma. 

amsterdam coffeeshop

"Ti piacerebbe esplorare la città con un drink o uno spinello in mano?" "Vorresti organizzare un pub crawl o un addio al celibato?" tra le altre domande, seguite dal messaggio: "Sappi che sarà una seccatura, perché è vietato". Così come lo è comprare droga dagli spacciatori in strada o vagare per le vie fumando cannabis o bevendo alcolici. In sostanza, l'idea dietro la campagna è quella di far capire ai potenziali turisti che molte delle attività che ritengono "un must" per un weekend in città, sono in realtà proibite dalla legge. 

I turisti potranno continuare a frequentare i coffeeshop di Amsterdam

In totale, la messa a punto della campagna online costerà circa 165mila euro e sarà in parte finanziata dal ministero della Giustizia nazionale. Il piano punta a chiarire le idee dei turisti prima che prenotino i voli. Alla fine del quiz, chi ha selezionato un certo numero di opzioni che infrangono le regole riceve la risposta: "Peccato. Considerando le tue preferenze, Amsterdam potrebbe non offrire le esperienze che stai cercando".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amsterdam è stufa dei turisti. Per scoraggiarli ora ha introdotto un quiz

Today è in caricamento