rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
La provocazione / Russia

Mosca cambia l'indirizzo dell'ambasciata britannica in piazza Repubblica popolare di Lugansk

La città ha intitolato la strada al territorio indipendentista dell'Ucraina non riconosciuto dal Regno Unito e che è sotto il controllo delle truppe russe

La città di Mosca ha deciso di rinominare la piazza in cui si trova l'ambasciata britannica intitolandola alla Repubblica Popolare di Luhansk, in onore del territorio separatista dell'Ucraina orientale sotto il controllo quasi totale dalle forze russe. La Russia di Vladimir Putin ha riconosciuto le autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, nate nel 2014, come entità indipendenti poco prima di inviare le truppe in Ucraina il 24 febbraio, affermando che quella che definisce “operazione speciale” sia stata una mossa necessaria per difendere i russofoni da eventuali persecuzioni e per denazificare la nazione.

Al momento solo la Russia e la sua alleata Siria riconoscono le due repubbliche separatiste. L'ambasciata britannica, che non ha cambiato l'indirizzo sul suo sito web, ha dichiarato che continuerà a utilizzare l'indirizzo che aveva prima del cambio di nome: Smolenskaya Naberezhnaya 10. "Il governo britannico, come l'intera comunità internazionale, non riconosce la cosiddetta Repubblica Popolare di Luhansk e Donetsk", ha dichiarato la sede diplomatica in un comunicato prima del cambiamento.

"La ridenominazione delle strade è di competenza delle autorità locali, ma questo, ovviamente, non influisce in alcun modo sulla posizione del governo britannico sull'invasione illegale dell'Ucraina da parte della Russia", ha aggiunto. Il Regno Unito e gli Stati Uniti sono stati i due principali fornitori di armi all'Ucraina di Volodymyr Zelensky.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mosca cambia l'indirizzo dell'ambasciata britannica in piazza Repubblica popolare di Lugansk

Today è in caricamento