Hai bevuto? L'auto non parte: da Ue ok ai nuovi dispositivi salva-vita obbligatori

Le nuove misure di sicurezza scatteranno nel 2022 e riguarderanno veicoli utilitari, furgoni, tir e bus. Tra queste, l'adattamento intelligente della velocità e sistemi di avviso di disattenzione e stanchezza del conducente

Niente più autisti alla guida con livelli di alcol superiori ai limiti di legge, ma anche sistemi per l'adattamento della velocità e per segnalare affaticamento e distrazione. Sono alcuni dei nuovi dispositivi obbligatori che scatteranno in tutta l'Unione europea a partire da metà 2022.

Gli Stati membri hanno dato infatti l'ok definitivo a un testo che prevede entro questa la data l'obbligo per tutte le nuove auto immesse sul mercato dell'Ue di dotarsi di sistemi avanzati di sicurezza, come l'alcolock. "Le nuove norme contribuiranno a ridurre in maniera significativa il numero di decessi e di lesioni gravi sulle strade dell'U" e rafforzano inoltre la competitività dei costruttori di autovetture europei sul mercato globale", si legge in una nota di Bruxelles.

I nuovi sistemi obbligatori

Tra i dispositivi obbligatori ci sarà il sistema di adattamento intelligente della velocità, che notifica al guidatore se si sta superando il limite di velocità attraverso la vibrazione del pedale dell’acceleratore. Il sistema di rilevazione dell'affaticamento del conducente e le tecnologie anti-distrazione alla guida, che verificano se c’è un calo di attenzione da parte del guidatore, saranno anch’esse di serie. Così come le luci di stop adattive per le frenate d'emergenza, che indicano ai veicoli che seguono se quello che li precede ha dovuto frenare d’improvviso attraverso il lampeggiamento delle luci di stop, e la telecamera posteriore, il dispositivo che tramite monitor o videocamera rileva la presenza di persone e oggetti durante la retromarcia evitando la collisione.

Saranno inoltre obbligatori i sistemi per il monitoraggio della pressione degli pneumatici, che stimano i livelli di pressione delle ruote e avvertono il guidatore in caso di anomalie. Inltre, ci sono i già citati dispositivi alcolock, che evitano la guida in stato di ebbrezza poiché il guidatore sarà tenuto a soffiare nel dispositivo alcolock prima di poter avviare il motore, e il registratore di dati sugli incidenti, che registra i dati rilevanti prima, durante e dopo un incidente stradale.

Per le autovetture e i veicoli commerciali leggeri sarà obbligatorio avere anche il sistema di frenata automatica di emergenza e i sistemi di avviso di deviazione dalla corsia di marcia (entrambi già obbligatori per gli autocarri). Obbligatorio, inoltre, dispositivi per un accurato monitoraggio della pressione degli pneumatici 

Oltre ai requisiti generali e ai sistemi esistenti, i veicoli commerciali pesanti e gli autobus dovranno essere dotati anche di dispositivi per l'ampliamento della visione diretta del conducente, così che questi possa vedere gli utenti vulnerabili della strada stando seduto sul sediolino e senza dover usare specchietti o videocamere, e di sistemi di segnalazione, che rilevano la presenza di ciclisti e pedoni nelle immediate vicinanze del veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Irlanda svela l'orrore degli istituti religiosi per madri sole: vi morirono 9mila bambini

  • Tra Brexit e coronavirus è esodo dal Regno Unito: sono andati via 1,3 milioni di stranieri

  • Fermato per aver filmato la polizia, muore a 23 anni in commissariato "per un arresto cardiaco"

  • Rubati all'Ema i dati sul vaccino: "Manipolati e poi pubblicati per far crescere la sfiducia"

  • L'Europa chiude le porte a Trump, il segretario di Stato Usa Pompeo annulla il viaggio a Bruxelles

  • Rabbia a Bruxelles per la morte del 23enne arrestato, incendiata una caserma e colpita l'auto del re

Torna su
EuropaToday è in caricamento