Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Volontari del vaccino per convincere i passanti a fare l'iniezione. E l'iniziativa è un successo

Bruxelles mette in campo tutte le misure necessarie per raggiungere anche le fasce di popolazione considerate "difficili". Intanto l'epidemia in Belgio rallenta

Vaccinazioni a Bruxelles - foto ansa EPA/STEPHANIE LECOCQ

Bruxelles ha mandato in strada le prime squadre di volontari con il compito di convincere i passanti a vaccinarsi. In questo modo le autorità sperano di raggiungere tutte quelle persone che altrimenti avrebbero difficoltà a contattare per problemi connessi alla digitalizzazione, come ad esempio gli anziani, ma anche per diversi background culturali e barriere linguistiche, come nel caso degli immigrati, o semplicemente perché scettici. L'obiettivo è quello di coinvolgere nell'iniziativa almeno 5mila persone nei prossimi mesi. Le squadre, che sono state mandate principalmente nei quartieri di Sint-Joost-ten-Node e Molenbeek hanno il compito di fermare le persone per strada concentrandosi solamente sulle categorie che potrebbero rifiutare l'iniezione per rassicurarla sulla sicurezza delel dosi e invitarle a presentarsi al centro quando sarà il momento. Ma in alcuni casi, quando pensano che il soggetto potrebbe essere difficile da raggiungere tramite e-mail o telefono, cercano di convincerla vaccinarsi al momento.

Le autorità hanno fatto sapere che fino ad ora l'iniziativa è stata un successo. Addirittura hanno comunicato il 20 maggio, prima di mezzogiorno, a Sint-Joost i volontari sono riusciti a somministrare 120 dosi.  "Abbiamo scelto il vaccino Johnson & Johnson per il fatto che non prevede un richiamo, ma un'unica iniezione", ha spiegato Inge Neven dell'Ispezione sanitaria di Bruxelles. "Secondo le nostre stime, una persona su due sarebbe disposta a vaccinarsi sul posto". Come riporta Vrt Nws, Sint-Joost è uno dei comuni del distretto di Bruxelles con il tasso di vaccinazione più basso tra gli ultra 65enni finora, tanto che solo il 68% di queste persone è stato raggiunto.

L'iniziativa rientra tra quelle messe in campo per la campagna vaccinale del Belgio. Secondo recenti dati, al momento nel Paese risulta completamente vaccinato il 36.72 per cento della popolazione, mentre il 13.58 per cento ha ricevuto almeno la prima dose. Inoltre, la fascia di età degli ultra 85enni è quasi completata (89.93 per cento), così come quella che comprende le persone tra i 65 e gli 84 anni (92.23 Per cento). Per quanto riguarda invece il tasso di contagi da coronavirus, secondo Le Libre questi sarebbero in calo, nonostante le riaperture delle ultime settimane. Secondo i dati raccolti tra l'11 e il 17 maggio, sono stati rilevati in media 2.118 nuovi casi ogni giorno, un calo del 26 per cento rispetto alla settimana precedente. Invece, il numero dei decessi è diminuito del 43 per cento in una settimana ed è sceso al di sotto delle 20 morti giornaliere. Il tasso di diffusione del virus è fermo a 0,88 e quando questo indicatore è inferiore a 1, vuol dire che l'epidemia sta rallentando. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari del vaccino per convincere i passanti a fare l'iniezione. E l'iniziativa è un successo

EuropaToday è in caricamento