Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità

La Germania ordina 30 milioni di dosi di Sputnik

Per utilizzarlo nella campagna vaccinale Berlino aspetterà l'ok dell'Ema che potrebbe arrivare già il mese prossimo. Ma intanto si prepara

La Germania è pronta ad acquistare 30 milioni di dosi del vaccino russo Sputnik contro il coronavirus. Lo ha svelato, dopo che già nei giorni scorsi sono circolate voci in tal senso, il premier del land della Sassonia, Michael Kretschmer, che oggi a Mosca ha incontrato il ministro della Sanità russo Mikhail Murashko. Kretschmer ha chiarito che ovviamente il prerequisito per l'utilizzo del vaccino è che sia approvato dall'Agenzia europea per il farmaco (Ema), cosa che potrebbe già avvenire il mese prossimo. A quel punto Berlino acquisterebbe dieci milioni di dosi al mese a giugno, poi altre dieci a luglio e ad agosto.

Da parte sua la Commissione europea ha spiegato di "non essere al corrente" dell'accordo "ma la posizione che abbiamo sempre avuto è che ogni Stato membro ha il diritto di comprare vaccini che non fanno parte della fornitura vaccinale Ue", ha detto il portavoce dell'esecutivo Stefan de Keersmaecker, nel corso del briefing quotidiano. "Per noi la priorità rimane l'efficacia e la sicurezza garantita dal giudizio dell'Ema ed è per questo che mettiamo l'accento sull'importanza di avere l'autorizzazione dell'Ema" prima di mettere in circolazione un vaccino, ha aggiunto il portavoce. Il vaccino russo è attualmente autorizzato in 61 Paesi, ma non ha ancora ricevuto il via libera comunitario. Le dosi sono attualmente in fase di revisione continua per sicurezza, efficacia e qualità e, sebbene non possa prevedere una tempistica per l'autorizzazione, l'Ema ha affermato che potrebbe avvenire più velocemente del previsto grazie a questa revisione.

Il vaccino è efficace al 91,6 per cento, secondo i risultati degli studi clinici di fase III pubblicati su Lancet. Gli effetti collaterali più comuni sono sintomi simil-influenzali, mal di testa e mancanza di energia. Finora, l'Ue ha autorizzato le iniezioni di Moderna, Oxford / AstraZeneca, Johnson & Johnson e Pfizer / BioNTech. Lo Sputnik V, se approvato, sarebbe il primo vaccino contro il Covid-19 non occidentale ad avere il semaforo verde in tutto il blocco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Germania ordina 30 milioni di dosi di Sputnik

Today è in caricamento