Triste primato per il sud Italia: tra i neo laureati i tassi d'occupazione più bassi dell'Ue

Il record negativo in Sicilia, Calabria e Basilicata dove solo circa il 30% di chi termina l'università trova lavoro in almeno tre anni. In Germania la percentuale arriva anche al 98%

Che trovare lavoro nel sud Italia sia difficile è cosa purtroppo risaputa, ma a quanto pare è talmente difficile che il tasso di occupazione in tre regioni del Mezzogiorno per chi ha da poco terminato l'università è addirittura il più basso d'Europa.

I dati Eurostat

Stiamo parlando di Sicilia, Calabria e Basilicata, le tre regioni dell'Unione Europea che secondo i dati Eurostat hanno i tassi di occupazione più bassi per i neolaureati. Nel 2018 nell'Ue l'82% dei giovani tra i 20 e i 34 anni con un diploma universitario ottenuto negli ultimi tre anni aveva un lavoro. Il dato dello scorso anno è in netto aumento rispetto al 2013 - dopo la crisi finanziaria e economica - quando solo il 75% dei neolaureati era occupato nell'Ue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Record in Germania

Le regioni dell'Ue dove si registrano i tassi di occupazione più alti dei neolaureati - oltre il 90% - sono concentrate in Repubblica ceca, Germania, Olanda, Austria e Svezia. Il record positivo va alla regione tedesca di Niederbayern con il 98%. Per contro, i tassi di occupazione dei neolaureati più bassi si concentrano nelle regioni dell'Europa del Sud. Il record negativo va alla Sicilia con appena il 27,3% dei neolaureati che hanno un lavoro, seguita da Calabria con il 31,3% e Basilicata con il 31,4%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Dal punto di vista economico la strategia dell'immunità di gregge in Svezia ha pagato

  • In Francia mascherine anche all'aperto, i medici: "Assurdo per chi fa jogging"

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Oltre mille nuovi casi al giorno in Germania, mai così tanti da maggio

  • I medici tedeschi: "In Germania siamo già in una seconda ondata di coronavirus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento