“Se studi il Comune ti cancella i debiti”, l'iniziativa per 'salvare' i giovani disoccupati

La municipalità di Amsterdam acquisterà il debito contratto dagli under 30, riducendolo quasi del tutto, a patto che seguano un programma di reinserimento nel mondo del lavoro

Più di un terzo degli abitanti di Amsterdam di età compresa tra 18 e 34 anni ha debiti che in media l'anno scorso ammontavano a oltre 13mila euro. In questa situazione molti giovani hanno difficoltà a continuare gli studi e a inserirsi nel mondo del lavoro con le competenze che potrebbero acquisire se si trovassero in una situazione di maggiore tranquillità economica.

Per questo il Comune ha deciso di aiutarli a uscire dalle ristrettezze finanziarie addirittura acquistando i loro debiti, cancellandoli in gran parte e chiedendogli di ripagalo con condizioni più favorevoli e a seconda delle loro possibilità, ma a patto che questi continuino gli studi o facciano dei corsi di aggiornamento professionali. Come racconta il Guardian il progetto di trasferimento del debito inizierà a febbraio, ad ogni persona del programma verrà assegnato un trainer con il quale preparerà un "piano di orientamento".

La città ritiene che i giovani con redditi instabili spesso trovino quasi impossibile ristrutturare le loro finanze e effettuare i rimborsi necessari. “I debiti causano molto stress. E nel caso dei giovani, spesso determinano il loro futuro ", ha affermato il vice sindaco di Amsterdam, Marjolein Moorman. “La maggior parte di questi giovani sono morosi, a causa di sfortuna o ignoranza, e si sono trovati in una situazione da cui non potevano uscire senza aiuto. Ecco perché ora li sosterremo in modo che possano ricominciare da capo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

Torna su
EuropaToday è in caricamento