Soru (Pd) alla Commissione: “Tuteli la minoranza linguistica sarda”

L'eurodeputato dell'isola vuole che sia messa al pari di quelle di Trentino e Valle d'Aosta per quanto riguarda la legge elettorale e che anche la Rai abbia programmi specifici

L'eurodeputato Renato Soru European Union 2016 - Source : EP.

La “minoranza linguistica” sarda è “costituita da oltre un milione di cittadini ed è considerata meritevole di tutela dalla normativa nazionale e regionale” e la regione “ha approvato nel 2006 standard comuni per l'utilizzo scritto della lingua (Limba sarda comuna)”. Ma nonostante questo “la lingua sarda è discriminata nella normativa nazionale rispetto a quanto avviene per altri gruppi minoritari presenti in Italia”, come ad esempio le minoranze linguistiche in Trentino-Alto Adige e Valle d'Aosta. Lo scrive l'eurodeputato sardo del Pd, Renato Soru, in un'interrogazione alla Commissione europea in cui chiede maggiori tutele per la lingua dell'isola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pur consapevole che la competenza relativa allo status di minoranza linguistica in un territorio appartiene agli Stati, la Commissione si impegna a tutelare le lingue regionali, e per questo Soru chiede quali azioni intende intraprendere “riguardo all'Italia per porre all'attenzione delle autorità la tutela della minoranza linguistica sarda e la promozione della lingua, anche tramite il contratto di servizio firmato dal governo e dalla Rai”. Inoltre “quali interventi nell'ambito della strategia sul multilinguismo sono stati attuati dalla Commissione affinché l'Italia adotti la Carta europea delle lingue regionali e minoritarie firmata nel 1992, entrata in vigore il 1° marzo 1998 e non ancora ratificata dal Parlamento italiano”. Infine l'eurodeputato chiede quali azioni Bruxelles pensa di intraprendere “per porre all'attenzione delle autorità nazionali la necessità di uniformare la normativa elettorale per il Parlamento europeo alle altre minoranze cui, in Italia, è garantita la rappresentanza?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento