Via libera del Parlamento Ue a 3,7 miliardi di investimenti nei Paesi di origine e transito dell'emigrazione

Strasburgo approva un pacchetto di nuovi finanziamenti della Banca europea per gli investimenti nei Paesi terzi. Modifica degli obiettivi per affrontare la cause dell'emigrazione, combattere la corruzione ed il cambiamento climatico

© European Union

Il Parlamento europeo ha dato oggi il via libera definitivo alla Bei, la Banca europea per gli investimenti, a concedere ulteriori prestiti pari a 3,7 miliardi di euro per progetti legati alle questioni migratorie. I prestiti fanno parte di un più amplio pacchetto, pari in totale a 5,3 miliardi di euro, destinato nella sua globalità a progetti realizzati al di fuori dell'Ue.

Le cause delle migrazioni nuovo obiettivo prioritario

Per accompagnare questi 3,7 miliardi di investimenti, Strasburgo ha anche modificato il mandato della Bei per i prestiti ai Paesi terzi inserendo un quarto obiettivo "di alto livello" finalizzato proprio ad "affrontare le cause profonde della migrazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prevenire il riciclaggio e combattere contro il cambiamento climatico

Oltre a ciò, vengono rafforzate "le disposizioni volte a prevenire il riciclaggio di denaro e combattere il terrorismo, l'evasione, l'elusione e la frode fiscale, e le possibilità di prestito "per progetti sulla mitigazione dei cambiamenti climatici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento