Parlamento Ue: mettere al bando CasaPound, basta impunità per i gruppi neofascisti

A Strasburgo passa la risoluzione voluta da popolari, centrosinistra, Verdi e liberali. I deputati propongono di istituire unità anti-odio nelle forze di polizia. Nel testo si cita il caso di Luca Traini, l'uomo che ha tentato di uccidere sei migranti africani a Macerata, e il raid di Bari contro l'eurodeputata Forenza e il suo assistente

Mettere al bando i gruppi neofascisti e neonazisti come CasaPound. E' quanto chiede il Parlamento europeo in una risoluzione adottata oggi a Strasburgo. 

I casi italiani

Il Parlamento, si legge in una nota, "è preoccupato per la crescente normalizzazione di fascismo, razzismo e xenofobia" in Europa e per questo chiede agli Stati membri azioni efficaci contro questi gruppi e per fermare l'ondata xenofoba nell'Ue. Il testo menziona l'attacco che ha ucciso 77 persone in Norvegia nel 2011, l'assassinio della deputata britannica Jo Cox nel 2016 e il recente attacco di squadre fasciste di CasaPound contro la deputata europea Eleonora Forenza e il suo assistente lo scorso settembre a Bari.

La risoluzione ricorda anche che un “cittadino italiano (Luca Traini, ndr) è stato condannato a 12 anni di carcere per avere sparato a sei migranti africani, ferendoli, in un attacco a sfondo razziale nella città di Macerata, nell'Italia centrale” e altri episodi di violenza fascista in Polonia, Francia, Spagna, Germania, Grecia e i paesi scandinavi".

Basta impunità

Nel testo, "si sostiene che l'impunità di cui godono le organizzazioni di estrema destra in alcuni Stati membri sia una delle ragioni che spiega l'aumento delle azioni violente, che colpiscono la società nel suo complesso e si rivolgono a particolari minoranze come gli europei e le persone di origine africana, gli ebrei, i musulmani, i rom, i cittadini di paesi terzi, le persone LGBTI e le persone con disabilità". Da qui la richiesta di porre fine alla collusione con i neofascisti e mettere fuorilegge tutte le organizzazioni che glorificano il fascismo

Farage vs Tajani su fascismo e ruolo Ue

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"In reazione alle notizie stampa su possibili collusioni tra leader politici, partiti e forze dell'ordine con neofascisti e neonazisti in alcuni Stati membri - scrive il Parlamento in una nota - la Plenaria invita i Paesi Ue a condannare e sanzionare i crimini motivati dall'odio e i discorsi di odio da parte di politici e funzionari pubblici, in quanto normalizzano e rafforzano direttamente l'odio e la violenza".

Unità anti-odio nella polizia

Per Strasburgo, sono inoltre necessarie misure per contrastare la diffusione del razzismo, del fascismo e della xenofobia su Internet, in collaborazione con le aziende di social media. I deputati propongono di istituire unità anti-odio nelle forze di polizia per garantire che questi crimini siano investigati e perseguiti. Esortano inoltre le autorità nazionali a vietare la formazione di gruppi neofascisti e neonazisti e qualsiasi altra associazione che glorifica il nazismo e il fascismo.

Fermare il razzismo nello sport

La risoluzione chiede inoltre agli Stati membri e alle federazioni sportive nazionali, in particolare alle società calcistiche, di contrastare il flagello del razzismo, del fascismo e della xenofobia negli stadi e nella cultura sportiva punendo i responsabili e promuovendo attività educative positive rivolte ai giovani tifosi, in collaborazione con le scuole e le organizzazioni della società civile.

I paesi dell'Ue dovrebbero infine istituire "programmi di uscita" per aiutare i singoli individui a lasciare i gruppi neofascisti e neonazisti. I deputati sottolineano l'importanza dell'istruzione, per sensibilizzare i giovani alla Storia e sottolineano che la verità sull'Olocausto non deve essere banalizzata.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Mah, visti gli atteggiamenti di popolari, verdi e centrosinistra, se magari venissero istituiti centri anti-odio i primi ad essere tutelati potrebbero essere proprio quelli di CasaPound...

  • e i centri sociali li lasciamo aperti e liberi di spaccare tutto durante le loro manifestazioni?????Ma andate a quel paese!

    • Siete un disco rotto e dei benaltristi. Lo dico eppure non ho molta simpatia neanche io per i CSOA. Il fascismo è un crimine, punto.

      • Siete un disco rotto e dei benaltristi. Lo dico eppure non ho molta simpatia neanche io per i CSOA. Il fascismo è un crimine, punto.

        E invece CP rimarrà legale e crescerà anche, e gli euroinomani se la piglieranno in saccoccia anche su questo. Fatevene una ragione.

  • Che boiata. Traini è uno psicopatico e una delle sue vittime è stato riconosciuto noto spacciatore, del tipo di quelli che avevano ammazzato Pamela. La cara eurodeputata ha cercato di forzare con gli amichetti un blocco di polizia per assaltare la sede casapound a Bari, dopo che era stato loro vietato (da prefetto, questura?) di avvicinarsi. Se la ue e i governi nazionali continuano a mentire e vessare i cittadini creano davvero terreno per la violenza. La storia non insegna nulla. Dopo le angherie del biennio rosso si ebbe il fascismo come risposta, in tutti i paesi in cui la democrazia non veniva garantita

    • Quindi se uno spaccia sì, ammazziamolo. Siete meglio di una puntata di Colado Cafè. "Biennio rosso" sò due anni, Ventennio Fascista sono 10x2, quindi più danni. Si prega lettura di sussidiari. "..In tutti i paesi in cui la democrazia non veniva garantita“ Tu conosci solo le migliori. Ahahahahahahahah. Ora è il nostro turno: MAAAALOOOOOX!!!!!11111111!!! ahahahah!

      • Pardòn, Colorado. ps: MAAAALOX!!!1

Notizie di oggi

  • Lavoro

    Google News a rischio chiusura in Europa: "Colpa delle regole Ue sul copyright"

  • Attualità

    Dov’è finito il “tesoro” di Gheddafi? Italia nello scandalo che fa tremare banche e governi europei

  • Lavoro

    Niente fondi e “secondo spread”: la riforma di Merkel e Macron preoccupa l'Italia

  • Attualità

    Diritti dei passeggeri: le 10 cose da fare quando aerei, treni, bus o navi sono in ritardo

I più letti della settimana

  • Epidemia di borreliosi di Lyme a livelli “allarmanti”, Strasburgo chiede interventi

  • Manovra, il braccio di ferro con l'Ue potrebbe costare 60 miliardi l'anno

  • Gilet gialli contro gli aumenti di benzina: il caso della protesta "social" che rischia di bloccare un Paese

  • Diritti dei passeggeri: le 10 cose da fare quando aerei, treni, bus o navi sono in ritardo

  • Reddito di cittadinanza, il governo tedesco “difende” la misura dei 5 stelle

  • Dov’è finito il “tesoro” di Gheddafi? Italia nello scandalo che fa tremare banche e governi europei

Torna su
EuropaToday è in caricamento