rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
L'indiscrezione / Italia

Di Maio potrebbe diventare inviato speciale Ue nel Golfo Persico

Tra i quattro candidati il suo nome è stato selezionato da un panel di tecnici indipendenti come il più adatto al ruolo, ma la decisione finale spetta al capo della diplomazia comunitaria Borrell

L'ex ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, potrebbe diventare inviato speciale dell'Ue nel Golfo Persico. Un panel di tecnici indipendente, che ha ricevuto mandato da Bruxelles di selezionare il miglior candidato per questo ruolo, avrebbe scelto il suo nome, secondo quanto anticipato da Repubblica e Corriere e ora riportato dall'Ansa. Nel documento notificato dal panel stesso agli uffici dell'Alto rappresentante per la politica estera dell'Ue, Josep Borrell, si legge secondo quanto riportato dall'agenzia che "sulla base delle prestazioni" fornite "dai candidati si raccomanda di nominare il sig. Luigi Di Maio".

La raccomandazione sarebbe arrivata dopo una serie di interviste e colloqui volti a stabilire le qualità dei singoli candidati, e gli altri nomi in gara sono quello del cipriota Markos Kyprianou, dell'ex inviato dell'Onu in Libia, lo slovacco Jan Kubis, e dell'ex ministro degli Esteri della Grecia e commissario Ue, Dimitris Avramopoulos, per il quale Atene si sta molto spendendo. La decisione finale però spetterà allo stesso Borrell e sembra difficile, per quanto non impossibile, che il capo della diplomazia spagnolo scelga un politico che non è più parte del governo che lo aveva inserito tra i candidati.

Ma questo dipenderà molto anche da una eventuale pressione che potrebbe fare o non fare il premier Giorgia Meloni e soprattutto il ministro degli Esteri Antonio Tajani a nome del nostro governo. Di Maio, da ministro degli Esteri, ha visitato molto i Paesi del Golfo per tentare di recuperare i rapporti con l'Arabia saudita e gli Emirati Arabi dopo la decisione dell'allora governo Conte di interrompere la vendita di armi italiane. Dal canto suo Bruxelles non ha voluto commentare le indiscrezioni. L'esecutivo comunitario "non commenta mai le speculazioni sui media. Il processo di selezione" dell'inviato speciale europeo nel Golfo Persico "è in corso e, una volta che sarà completato, annunceremo la nomina", ha detto il portavoce del Servizio Europeo per l'Azione Esterna, Peter Stano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Maio potrebbe diventare inviato speciale Ue nel Golfo Persico

Today è in caricamento