rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità

Ue: "Stati possono riconoscere lo Sputnik". Coldiretti: "Buona notizia per l'agricoltura"

Per l'associazione ci sono 180mila lavoratori stranieri che non possono avere il Green pass perché immunizzati con il vaccino russo. Discorso che vale anche per badanti e colf

Il "riconoscimento" della vaccinazione Covid-19 con Sputnik, il vaccino russo in rolling review all'Agenzia europea del farmaco Ema da marzo, ai fini dell'ottenimento del Green pass "può essere decisa a livello nazionale. Di base è una decisione nazionale", anche se naturalmente qualsiasi provvedimento assunto in merito deve essere "senza discriminazioni" nei confronti delle persone provenienti da altri Stati Ue. Lo ha ricordato il portavoce della Commissione europea Christian Wigand. Un chiarimento che apre la porta al riconoscimento del Green pass ai migliaia di stranieri che lavorano in Italia e che sono stati vaccinati con il farmaco russo. 

Nei giorni scorsi, infatti, con l'estensione dell'obbligo del Green pass a tutti i lavoratori, diverse organizzazioni hanno sollevato i rischi per categorie come badanti e colf, ma anche nel settore agroalimentare, dove è forte la presenza di stranieri provenienti da Paesi dove è stato somministrato lo Sputnik, ancora non riconosciuto dall'Ue e dall'Italia. Tanto che la Cisl aveva chiesto l'esenzione dal certificato Covid per le badanti. Ora, le parole della Commissione Ue confermano che l'Italia può decidere di riconoscere il vaccino russo senza attendere l'ok dell'Ema, come del resto già avviene in Ungheria. 

"Con quasi un lavoratore agricolo straniero su due che proviene da Paesi in cui è stato autorizzato il vaccino Sputnik, l’apertura dell’Unione europea è importante per garantire la regolarità dell’attività nelle campagne dove sta per finire la vendemmia mentre è all’inizio la raccolta delle olive", ha dichiarato Coldiretti. "Sono circa 180 mila gli addetti stranieri in agricoltura che – precisa la Coldiretti - provengono da Paesi che hanno autorizzato il vaccino russo sia in Europa che in altri continenti, ma non mancano gli stranieri immunizzati con il siero cinese Sinovac", ricorda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ue: "Stati possono riconoscere lo Sputnik". Coldiretti: "Buona notizia per l'agricoltura"

Today è in caricamento