rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Il caso / Regno Unito

Il poliziotto che scattava selfie coi cadaveri per insultare donne, gay e minoranze su WhatsApp

Il fatto nel Regno Unito. L'agente si è dimesso prima dell'udienza del tribunale disciplinare, che ha definito "spaventose" le immagini condivise dall'uomo

Un poliziotto britannico è stato licenziato dopo che un tribunale disciplinare ha confermato che l'uomo aveva utilizzato foto scattate sul lavoro e altre informazioni sensibili per condividerle su alcune chat WhatsApp immagini razziste e omofobe definite "spaventose" da chi ha condotto le indagini. Tra queste, anche un selfie che Ryan Connolly, questo il nome dell'agente, si è scattato al fianco del cadavere di un minorenne sul luogo del delitto.

L'uomo si è dimesso poco prima dell'udienza finale del tribunale, racconta il Guardian. Le indagini interne avevano accertato una lunga serie di infrazioni disciplinari commesse dal poliziotto almeno negli ultimi 6 anni di servizio, tutte riconducibili ai gruppi WhatsApp di cui faceva parte e dove condivideva immagini in cui prendeva di mira non solo donne, omosessuali e minoranze, ma anche disabili.

Per esempio, nel 2016 e nel 2017, mentre era in servizio, ha scattato foto col suo cellulare di persone affette da disagio psichico mentre erano detenute dalla polizia in preda a una crisi. Altre immagini raffiguravano persone musulmane o di altre minoranze che erano state arrestate, o peggio, che erano state uccise. Come nel caso di un giovane accoltellato a morte con cui si è fatto un selfie mentre doveva occuparsi di proteggerlo da scatti di passanti e giornalisti. Tra le sue vittime preferite c'erano anche le donne: su una chat, per esempio, ha condiviso i dettagli di una donna che si era rivolta alla polizia per chiedere aiuto sostenendo di aver subito violenza domestica.

Il suo caso ha riaperto una ferita nella polizia britannica, dopo lo scandalo provocato da due agenti della polizia metropolitana che avevano scattato e condiviso foto di due sorelle uccise. Il vicecapo della polizia del Merseyside, Ian Critchley, ha dichiarato: “Connolly ha scattato fotografie di persone vulnerabili sul suo telefono personale mentre era in servizio. Questo ha violato il dovere di riservatezza, mancando di onestà e integrità. Con la sua condotta disdicevole ha minato la fiducia delle gente nel nostro lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il poliziotto che scattava selfie coi cadaveri per insultare donne, gay e minoranze su WhatsApp

Today è in caricamento