Tav, Moscovici: “Errore dire che il progetto è negativo, l'Italia vada avanti”

Il commissario per gli Affari economici: “È importante per il Paese, per la Francia e per l'Europa”

Avanti con la Torino-Lione. La linea ferroviaria veloce è utile, strategica, e gli italiani hanno tutto l’interesse a proseguire con l’opera, per la quale l’Unione europea ha già mobilitato risorse comunitarie. Il nuovo richiamo all’Italia arriva da Pierre Moscovici, commissario europeo per gli Affari economici, che a margine dei lavori dell’Eurogruppo invita il governo Conte a non stralciare la tav dall’agenda politica. “So che l’Europa come la Francia, e così pure l’Italia, hanno sempre sostenuto questo progetto che ritengo un progetto di rete altamente strutturante”, premette il commissario, convinto che la linea Torino-Lione sia “un progetto per l’avvenire”, non solo italiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tanto è vero che l’Ue ha deciso di co-finanziarlo, mettendo sul piatto già 813 milioni. Il progetto, continua Moscovici, “è importante per la Francia, per l'Europa e per L'Italia”. Per questo “auspico che gli amici italiani, quali che siano le vicissitudini temporanee, vadano avanti con il progetto”. Il commissario europeo riconosce la fondatezza dei ragionamenti sull’infrastruttura, ma contesta le critiche all’opera. “Non è illegittimo rivalutare le cose, ma secondo me è un errore dire che questo progetto è negativo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento