menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Magid magid - foto da facebook

Magid magid - foto da facebook

Da rifugiato politico a eurodeputato, passando per la carica di 'sindaco' anti-Trump

Magid, eletto con i Greens britannici, sfida Farage e Salvini: “La vostra retorica e le vostre azioni sono una dichiarazione quotidiana di guerra contro la pace conquistata in Europa”

I Verdi inglesi sono uno dei partiti usciti vincitori dalle scorse elezioni europee. Nonostante in testa sia arrivato il Brexit party di Nigel Farage sono riusciti a raggiungere un considerevole 12% di preferenze nel Regno Unito, quarta formazione del Paese, superando anche ai Conservatori. A Strasburgo e Bruxelles manderanno sette eurodeputati, quattro in più rispetto alla scorsa legislatura, e tra questi anche l'astro nascente del partito: Magid Magid, figlio di una rifugiata somala scappata dal Paese africano a causa della guerra.

'Sindaco' anti-Trump

Nero e musulmano è il simbolo perfetto del britannico che non si rassegna alla Brexit e alla visione dell'immigrato come pericolo. Il 29enne è Lord Major uscente di Sheffield. Si tratta di un ruolo cerimoniale, dato a una persona scelta per i suoi meriti sociali che per un anno rappresenta il consiglio comunale e la città in diverse occasioni. È stato il primo Verde, il primo somalo e il più giovane di sempre ad assumere quel ruolo. Durante il suo periodo i carica divenne famoso per aver bandito Donald Trumo dalla città. In solidarietà con gli immigrati messicani lo scorso luglio presiedette un Consiglio comunale indossando un sombrero e twittò: “Io Magic Magid, Lord Mayor e primo cittadino di questa città, dichiaro che non solo Donald Trump è una persona inutile, ma che da questo momento è bandito dalla grande città di Sheffield! Inoltre dichiaro il 13 luglio giornata di solidarietà con i messicani”. Allo slogan “Make America great again”, opponeva il suo, scritto sulla maglietta che è solito indossare: “Gli immigrati rendono grande la Gran Bretagna”.

Il messaggio ai populisti

Ora siederà sugli scranni di Bruxelles e Strasburgo. “Abbiamo eletto un nero, un rifugiato musulmano a rappresentare il partito dei Verdi. Non è straordinario?”, si è chiesto in un intervento sul Guardian nel quale ha attaccato la destra populista europea, compresa la Lega. “Ho un messaggio per Matteo Salvini, Viktor Orbán, Marine Le Pen, Nigel Farage e simili: siete il nemico di ogni europeo che abbia mai giurato 'mai più', perché la vostra retorica e le vostre azioni sono una dichiarazione quotidiana di guerra contro la pace conquistata in Europa”, aggiungendo: “Fallirete nel vostro tentativo di dividerci. Voi perderete”. L'elezione dei Verdi e delle altre forze europeiste nelle istituzioni comunitarie per Magid è “l'inizio di una battaglia molto più grande sul palcoscenico europeo. Quella per la compassione, la comprensione reciproca e i diritti umani e contro ogni forma di odio”. “Insieme possiamo scrivere la storia”, ha concluso il neo deputato rivolgendosi ai cittadini europei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate alle Maldive? Il Paese offrirà il vaccino ai turisti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento