menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lewis Hamilton in conferenza stampa in Australia

Lewis Hamilton in conferenza stampa in Australia

Coronavirus, l'attacco di Hamilton: "F1 non si ferma, denaro è re"

Domenica si correrà il gp di Australia, mentre diverse competizioni sportive, dalla Liga spagnola alla Nba, hanno deciso di sospendere le gare: "Spero solo che dopo il weekend non arrivino brutte notizie"

L'attacco arriva dal pilota più importante del circuito, il pluri-campione del mondo Lewis Hamilton: "Per me è scioccante il fatto che siamo tutti seduti in questa stanza. La Nba si è fermata, la F1 continua ad andare avanti. Il denaro è re". Già, perché mentre le maggiori competizioni sportive di tutto il mondo stanno a poco a poco rinviando le gare a tempi migliori, i vertici della Formula 1 hanno deciso di mettere da parte le preoccupazioni per l'epidemia di coronavirus e andare avanti: domenica si correrà il primo gran premio della stagione, in Australia.

"Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui - ha detto il campione britannico, come riferisce Skysport - è bello poter gareggiare, ma per me è scioccante stare qui. Ci sono molti fan in pista già oggi. Sembra che il resto del mondo stia reagendo, probabilmente un po' in ritardo, stamattina abbiamo sentito Trump chiudere i confini dall'Europa agli Stati Uniti. L'NBA viene sospesa e la F1 continua ad andare avanti. Il denaro è re". "Io posso solo invitare tutti a osservare le maggiori precauzioni possibili, cosa che non ho visto fare arrivando in pista: sembrava una giornata normale, spero solo che dopo il weekend non arrivino brutte notizie", ha concluso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento