rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
La decisione / Grecia

La Grecia: "Basta mandare armi all'Ucraina"

Per il governo di Atene, non vanno indebolite le capacità di difesa del Paese con l’esportazione di armamenti a Kiev

Atene ha decio di non inviare più attrezzature militari in Ucraina. La decisione è stata comunicata dal ministro della difesa ellenico Nikos Panagiotopoulos, che ha spiegato che la difesa della Grecia non dovrebbe essere indebolita, in particolare sulle isole, inviando più armi all’estero. “L’equipaggiamento di difesa che abbiamo inviato in Ucraina proviene dai nostri stock. Non possiamo inviarne di più”, ha dichiarato al parlamento.

Come riporta Euractiv il governo greco ha già inviato a Kiev due aerei da trasporto C-130 carichi di aiuti militari, come fucili Kalashnikov e lanciarazzi portatili. Ma secondo un sondaggio condotto da Mega tv, il 66% degli abitanti del Paese non è d’accordo con l’invio di attrezzature militari in Ucraina e il 29% è d’accordo con lo stop deciso dal governo.

Panagiotopoulos ha anche fatto riferimento alla Turchia, che Atene vorrebbe fuori dall’Alleanza nordatlantica, ma, ha detto, “questo non è il momento migliore per parlare contro la Turchia nella Nato, perché gli alleati vogliono garantire che Ankara rimanga legata all'Alleanza atlantica”. Ieri il governo ellenico ha riferito che dei caccia turchi hanno violato lo spazio aereo di Atene undici volte, sorvolando a quote molto basse sopra le isole greche, anche a quelle abitate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Grecia: "Basta mandare armi all'Ucraina"

Today è in caricamento