menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un raduno di Trabant - foto Ansa  EPA/JAN WOITAS

Un raduno di Trabant - foto Ansa EPA/JAN WOITAS

In Germania torna la passione per le auto 'comuniste' Trabant, che vendono più delle Tesla

Migliaia di persone negli ultimi anni hanno comprato e rimesso a nuovo le automobili simbolo della Ddr riportando sulle strade del paese un po' dell'atmosfera del passato

Se nel mondo ormai si acquistano sempre più auto elettriche, che sono il futuro della mobilità dei cittadini, c'è una nazione che va controcorrente. In Germania impazza la moda delle Trabant, le iconiche automobili prodotte nell'Est durante il periodo comunista. Queste vetture, la cui produzione è terminata nel 1991, che non hanno neanche l'indicatore del livello del carburante, che hanno un motore a due tempi molto rumoroso e vanno al massimo a 120 chilometri l'ora sono state più vendute anche delle Tesla.

È uno degli effetti della Ostalgie, il sentimento di nostalgia della Ddr, magistralmente rappresentato dal film Good Bye, Lenin! del 2003, in cui si narra la storia di una donna finita in coma sotto il comunismo e risvegliatasi quando ormai il Paese era dominato dal liberismo più sfrenato, e a cui il figlio prova a nascondere la realtà che teme potrebbe farle venire uno shock. Da anni ormai nel Paese vengono recuperati e rimessi a nuovo oggetti del passato e le auto simbolo di quell'epoca non hanno fatto eccezione. Come racconta il Times il numero di "Trabis" registrato, secondo i dati secondo del Center Automotive Research dell'Università di Duisburg-Essen, è aumentato da 3mila a 38.172 negli ultimi dieci anni, con gli appassionati che acquistano, spesso importandoli, e rinnovano vecchi modelli. E proprio mentre Elon Musk sta costruendo una "gigafactory" Tesla, un mega impianto di produzione europeo nelle foreste a est di Berlino. La casa automobilistica statunitense ha venduto finora solo 34mila auto nel Paese.

Secondo Ferdinand Dudenhöffer, direttore del centro che ha condotto la ricerca, il nuovo successo della Trabant è stata "un piccolo miracolo". "A quanto pare negli ultimi anni è stata infusa nuova vita ad alcuni dei vecchi motori a due tempi", ha detto a Die Welt. E il miracolo è anche quello di rifornirla di combustibile, visto che viene alimentata con una miscela fatta di una parte di olio e 50 parti di benzina, un po' come i vecchi motorini come il Sì che in Italia pure hanno fatto la storia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento