rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità

In Germania vaccino Astrazeneca anche agli under 60: "Non vogliamo sprecare dosi"

Tre regioni tedesche hanno deciso di "liberalizzare" la somministrazione del farmaco anglo-svedese per fermare l'aumento dei contagi. Mentre il governo valuta di eliminare le priorità per categoria

Astrazeneca anche agli under60 in tre regioni. E stop alle priorità per categorie. Nella Germania alle prese con una nuova impennata nei contagi di Covid-19, velocizzare la campagna di vaccinazione è sempre più urgente. E i 259 morti nelle ultime 24 ore stanno spingendo a rivedere i piani. E anche a correre qualche rischio in più.

Liberalizzare Astrazeneca

Una strada, quest'ultima, che hanno intrapreso i land di Baviera, Sassonia e Meclemburgo, i quali hanno deciso di "liberalizzare" la somministrazione di Astrazeneca permettendo a chiunque di farsi vaccinare a prescindere all'età e dalle altre priorità, nonostante la raccomandazione delle autorità sanitarie circa il suo utilizzo solo per gli over-sessantenni a causa dei rari casi di trombosi. L'obiettivo, scrive l'Agi, è non sprecare i vaccini in dotazione: neanche una dose di siero anti-Covid dovrà restare inutilizzata.

Come comunicato dai ministeri della Salute delle tre regioni, sarà necessaria una apposita valutazione medica per le persone sotto i 60 anni. In Meclemburgo, il vaccino potrà essere somministrato nei centri vaccinali, attraverso le apposite 'squadre mobili', nelle strutture ospedaliere, così come dai medici di famiglia. "Offriamo a coloro che non hanno o hanno poche riserve verso Astrazeneca di sfruttare l'occasione per farsi vaccinare", ha detto il ministro alla Sanità del land nord-orientale Harry Glawe. "Il nostro obiettivo è di non lasciare inutilizzato nessun vaccino".

Per quanto riguarda la Baviera, Astrazeneca attualmente può essere somministrato solo da medici di base e da studi medici specializzati. "I medici conoscono bene i loro pazienti, e sanno a chi possono fare quest'offerta vaccinale nell'ambito degli under-60, sempre nel rispetto delle raccomandazioni della Commissione permanente per la vaccinazione", ha specificato il titolare del dicastero della salute in Baviera, Klaus Holetschek. "Ricorriamo a questo particolare rapporto di fiducia per essere certi che ogni dose venga utilizzata nel tempo più rapido possibile". 

Vaccini per tutti

A spingere le regioni a quest "rischio calcolato" sono i dati della situazione epidemiologica, che restano drammatici a fronte di una campagna di vaccinazione non proprio spedita. Gli ultimi aggiornamenti parlano di 29.518 nuove infezioni in 24 ore, un dato al rialzo rispetto ai precedenti giorni. Anche per questo, secondo la Bild, a partire da maggio il governo potrebbe porre fine all'ordine di priorità per categorie nella vaccinazione, in modo da velocizzare le somministrazioni. La misura potrebbe rientrare tra quelle del cosiddetto "freno di emergenza" che la cancelliera Angela Merkel vorrebbe applicare per vincere le resistenze dei governi ragionali nell'attuare misure più forti contro il Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Germania vaccino Astrazeneca anche agli under 60: "Non vogliamo sprecare dosi"

Today è in caricamento