menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La delegazione della Lega Nord al Parlamento europeo © European Union 2016 - Source : EP

La delegazione della Lega Nord al Parlamento europeo © European Union 2016 - Source : EP

Fontana: “La Lega Nord è un movimento europeo”

Il leader del Carroccio al Parlamento Ue dopo il  congresso delle formazioni nazionaliste a Praga

Non chiamatelo europeista, ma europeo. Perché “l'Europa tutta ha bisogno di una forza politica che porti avanti queste battaglie, soprattutto in un momento in cui le esigenze dei ceti popolari non sono più rappresentate dalle sinistre”. Una forza che, secondo Lorenzo Fontana, laeder della Lega Nord al Parlamento europeo, sarebbe rappresentata in Italia proprio dalla Lega Nord. Anzi, Fontana va oltre: “Il futuro della Lega è quello di essere un movimento europeo”. 

Dunque, nell'attesa delle elezioni di marzo, il Carroccio guarda avanti: eLa nostra battaglia per l'identità è  di respiro internazionale ed è tesa a prendere le difese degli sconfitti di questa globalizzazione, che ha concentrato le ricchezze nelle mani dell'1% della popolazione mondialee, dice Fontana. 

Parole che arrivano all'indomani del  congresso delle formazioni nazionaliste europee, che si è tenuto nel weekend a Praga e al quale ha partecipato anche la Lega Nord. Tra i presenti, il Front national di Marine Le Pen, l'olandese Geert Wilders e il Fpo di  Heinz-Christian Strache, oggi entrato ufficialmente nel nuovo governo austriaco guidato da Sebastian Kunz.

"Bruxelles rappresenta una minaccia esistenziale ai nostri stati-nazione", ha detto Wilders, prima di aggiungere: “Spero che i cechi tengano finalmente le porte chiuse davanti all'immigrazione di massa". Il riferimento è all'ultimo Vertice Ue, in cui i paesi di Visegrad (tra cui appunto la Repubblica ceca) hanno detto no all'accoglienza dei rifugiati che si trovano in Italia e Grecia. 

Contro la riunione a Praga dei movimenti nazionalisti hanno manifestato alcune centinaia di persone, che, al grido di "vergogna", hanno innalzato striscioni con su scritto: "Giustizia sociale, invece di razzismo, nazionalismo e xenofobia" 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Perché l’Italia è il primo Paese Ue a bloccare l’export di vaccini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento