Vaccini e Covid-19, linea dura di YouTube contro la disinformazione: rimossi 200mila video

Nel mirino teorie come quella che le dosi sarebbero capaci di uccidere i pazienti o che causano infertilità. Le tesi del complotto e quelle contrarie a quanto sostenuto dall'Oms saranno escluse dalla piattaforma

La piattaforma di condivisione di video YouTube avrebbe già rimosso oltre 200mila filmati contenenti informazioni “pericolose o fuorvianti” sul Covid-19. Il numero stimato di rimozioni riguarda gli ultimi otto mesi, ovvero da quando il gigante del web, assieme alle altre grandi piattaforme, si è sentito chiamato in causa per il crescete numero di fake news e notizie inesatte che circolavano sul web già dalle prime settimane di diffusione della patologia virale. Ma una nuova minaccia ha ora convinto Alphabet, la società americana che controllo Google e YouTube, a intervenire in maniera più decisa contro una minaccia più specifica, quella della disinformazione legata ai vaccini. 

La nuova ‘guerra’ alle fake news è riportata dall’agenzia Reuters, alla quale la piattaforma video ha confermato che d’ora in avanti vieterà qualsiasi contenuto che includa affermazioni sui vaccini contro il Covid-19 in contraddizione con le indicazioni delle autorità sanitarie locali o dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Affermazioni secondo cui il vaccino ucciderà i pazienti o causerà infertilità, o che i microchip saranno impiantati nelle persone che ricevono la dose, verranno semplicemente rimosse dalla piattaforma per evitare di offrire un palcoscenico alle teorie del complotto. YouTube afferma che rimuove già i contenuti che mettono in dubbio l'esistenza o la trasmissione del Covid, che promuovono metodi di trattamento non comprovati dal punto di vista medico, o che scoraggiano le persone a cercare cure mediche e a seguire le indicazioni delle autorità sanitarie sulla quarantena o il distanziamento sociale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le teorie del complotto e la disinformazione sui nuovi vaccini contro il coronavirus sono proliferate sui social media durante la pandemia, anche attraverso personalità anti-vaccino su YouTube e attraverso video poi diventati virali e condivisi su più piattaforme. Di qui l’annuncio che la piattaforma sta già limitando la diffusione della disinformazione relativa alla malattia virale, inclusi alcuni video con informazioni false “oltre i limiti” sui vaccini Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il film sui migranti di Rocco Siffredi vince l'Oscar del porno di Berlino

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Erdogan in mutande su Charlie Hebdo, la rabbia del presidente turco: "Canaglie immorali"

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento