rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
La mappa dell'epidemia

Il Covid divide in due l'Europa: sorridono i Paesi più colpiti dalla prima ondata

Nell'ultimo bollettino dell'Ecdc in rosso le regioni di 21 Stati Ue, tra cui la Germania. La situazione migliore in Italia, Spagna e Francia

Sono stati i Paesi dell'Unione europea più colpiti dalla prima ondata di Covid-19. Ma adesso che con l'autunno i contagi stanno tornando a salire in buona parte del Vecchio Continente, Italia, Spagna e Francia sono in controtendenza: secondo l'ultimo bollettino dell'Ecdd, il centro europeo per la prevezione delle malattie, la situazione epidemiologica di questi Stati è in miglioramento, in particolare nel nostro Paese, dove la maggior parte delle regioni è in verde, il colore che rappresenta il livello di rischio più basso.

In Italian sono diventate 12 le regioni verdi: le 'new entry' Emilia Romagna, Lazio, Valle d'Aosta e Basilicata si aggiungono a Piemonte, Liguria, Lombardia, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia, Sardegna, e Provincia di Trento. Il resto del Paese è in giallo. Anche in Spagna la maggior parte delle regioni è in verde e il restante territorio con rischio medio. La Francia è invece conta 4 regioni in verde e il resto in giallo. A ogni modo, questi tre Paesi sono, insieme a Svezia, Danimarca e Portogallo, gli unici nell'Ue che non segnalano nessuna area in rosso o rosso scuro, ossia i due livelli di rischio più alto.

DECESSI AL GIORNO MILIONE ABITANTI-2

Il colpo d'occhio sulla cartina dell'Ecdc mostra come la situazione epidemiologica riguardi il versante orientale dell'Ue: dalla Germania, dove i casi di contagi e decessi sono aumentati di oltre il 50% rispetto a una settimana fa, fino alle regioni baltiche, con la Lettonia che è tornata in lockdown, finora caso unico nell'Unione. Preoccupano, poi, le situazioni di Romania e Bulgaria, che hanno tassi di decessi per Covid di gran lunga superiori al resto dell'Europa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid divide in due l'Europa: sorridono i Paesi più colpiti dalla prima ondata

Today è in caricamento