rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Coronavirus, Putin annuncia primo vaccino: “Sperimentato su mia figlia”

Mosca esulta nonostante lo scetticismo della comunità internazionale. Nel mentre, i contagi a livello globale superano quota 20 milioni

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato alla stampa la registrazione del primo vaccino contro il coronavirus. Nonostante i dubbi della comunità internazionale, il leader assicura che “il vaccino funziona in modo abbastanza efficace, garantisce un'immunità stabile e ha superato tutti i controlli”. Secondo quanto riportato da giornali locali, il vaccino è stato sviluppato nei laboratori dell'istituto Gamaleya di Mosca e la fase tre dei test clinici è iniziata la settimana scorsa.

"Mia figlia vaccinata"

La dose, secondo quanto confermato dalla presidenza russa, è stata somministrata anche su una delle figlie di Putin. Lo ha annunciato il numero uno del Cremlino nel corso della riunione con i membri del Governo durante la quale è stata accolta la registrazione statale del vaccino russo contro il Covid-19. “Una delle mie figlie si è fatta vaccinare, prendendo di fatto parte alla sperimentazione. Dopo la prima vaccinazione, aveva una temperatura di 38 gradi, mentre il giorno successivo è calata a 37” per poi abbassarsi progressivamente, ha spiegato il presidente russo. 

La corsa al vaccino

A fine luglio, l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che c'erano 26 vaccini candidati alla fase di sperimentazione clinica, compreso quello registrato in Russia che è stato sviluppato dall’Istituto Gamaleya di ricerca scientifica, epidemiologia e microbiologia. Il ministro della Salute russo, Mikhail Murashko, ha detto ai giornalisti all'inizio di agosto che gli studi clinici del vaccino contro il coronavirus erano terminati.

I contagi nel mondo

L’annuncio del vaccino sviluppato in Russia arriva in contemporanea con il superamento - stimato dalla Johns Hopkins University - della preoccupante soglia dei 20 milioni di contagi in tutto il mondo. Un quarto delle infezioni è stato registrato negli Usa, con 5.094.338 positivi, seguiti da Brasile (3.057.470) e India (2.215.074). Sono oltre 736mila (736.191) le vittime nel mondo, di cui 163.462 negli Usa e 101.752 in Brasile. I funzionari sanitari ritengono che il conteggio effettivo sia molto più alto, date le limitazioni dei test e il fatto che ben il 40% di tutti coloro che sono infetti non manifesta sintomi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Putin annuncia primo vaccino: “Sperimentato su mia figlia”

Today è in caricamento