"Un ponte tra Scozia e Irlanda del Nord ma lo paghi l'Ue", l'ultima idea di Johnson

Il premier britannico ha avanzato l'ipotesi di costruire un collegamento che favorisca gli scambi con Dublino, messi a rischio da un eventuale ritorno di un confine fisico tra i due Paesi in seguito alla Brexit

Il premier irlandese Leo Varadkar (a sinistra) e quello britannico Boris Johnson

Un ponte che colleghi la Scozia all'Irlanda del Nord, in modo da promuovere gli scambi tra l'isola britannica e quella irlandese e scongiurare il rischio di contraccolpi economici e politici sull'asse Londra-Dublino-Belfast in seguito alla Brexit. E' la proposta del premier britannico Boris Johnson, avanzata nel corso di un colloquio con il primo ministro irlandese Leo Varadkar

Il governo di Dublino si è espresso a favore dell'idea di Johnson, ma tra i due Paesi resta la divergenza su un punto importante: chi deve finanziare l'opera? Il premier britannico ha insistito perché a pagare il costo del ponte sia l'Unione europea, ma Varakdar ha ricordato che né la Scozia, né l'Irlanda del Nord faranno più parte dell'Ue dopo la Brexit e quindi ha escluso che sia a Bruxelles a farsi carico di un progetto cosi' costoso. 

A ogni modo, il leader di Dublino sostiene che valga "la pena esaminare" la fattibilità del ponte: "So che imprese di questo tipo vengono spesso osteggiate, ma è successo anche per il tunnel della Manica e quando vedo un tunnel-ponte tra Danimarca e Svezia, quando sorvolo New Orleans e vedo 110 miglia di ponte, è qualcosa di straordinario ", ha aggiunto.

Tuttavia Varadkar ha affermato di essere più interessato a parlare con Johnson su altri progetti su cui le due nazioni potrebbero lavorare insieme, come un collegamento ferroviario ad alta velocità che collega Dublino, Belfast e Cork e collegamenti migliori con il Nord-Ovest. Varadkar ha affermato di essere interessato anche all'idea di un'università transfrontaliera, "In realtà ci sono un sacco di progetti davvero validi che potremmo fare insieme che potrebbero non costare tanto e sarebbero sicuramente più fattibili di un ponte tra Scozia e Irlanda del Nord", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partecipa a orgia con 24 uomini, deputato del partito di Orban fermato dalla polizia a Bruxelles

  • Il 2020 è anche l'anno dell'elezione di Adolf Hitler (in Namibia)

  • Svizzera nuova Svezia? Senza lockdown ha dimezzato i contagi, ma è stato boom di morti

  • Pistola e lingotti d'oro nel comodino del premier bulgaro. Che si difende: “Colpa di una bella donna”

  • Recovery Fund senza Polonia e Ungheria: la minaccia di von der Leyen

  • "Alexa è antisemita", Amazon apre un'inchiesta sull'assistente virtuale

Torna su
EuropaToday è in caricamento