menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borghezio alla Commissione: “Tuteli le cattedrali europee, simbolo delle nostre radici cristiane”

Interrogazione dell'eurodeputato leghista: “Sono veri e propri tesori dell'umanità per il patrimonio artistico e storico che custodiscono”

Diverse cattedrali europee, come il Notre-Dame di Parigi, si trovano in condizioni di manutenzione preoccupanti e per questo anche l'Unione europea deve scendere in campo per tutelarle. Lo chiede in una interrogazione alla Commissione europea l'eurodeputato leghista Mario Borghezio.

“Destano apprensione le attuali condizioni della Cattedrale di Notre-Dame a Parigi, il cui ultimo restauro risale ad un secolo e mezzo fa, per ammaloramenti e crolli di molte sue parti lapidee”, scrive nell'interrogazione l'esponente del Carroccio secondo cui “innumerevoli sono le cattedrali che meritano di essere definite come veri e propri tesori dell’umanità, sia per le arditissime e sorprendenti capacità dei maestri costruttori che le hanno edificate in tempi remoti, sia per il patrimonio artistico e storico che custodiscono, come Colonia, Milano, Strasburgo, Vienna, Santiago e via discorrendo”. Per Borghezio la loro gestione “che varia molto a seconda delle varie normative nazionali e della presenza o meno di biglietti di ingresso, spesso non risulta sufficiente per sostenere la manutenzione straordinaria”. Ma questi monumenti a suo avviso vanno tutelati soprattutto perché “sono il simbolo più evidente delle radici cristiane dell’Europa”.

Per questi motivi Borghezio chiede se la Commissione “non ritiene di dover predisporre un piano appositamente dedicato alle grandi cattedrali di rilievo europeo e mondiale che coinvolga gli Stati Membri e garantisca fondi adeguati per i restauri e la gestione dei visitatori”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento