Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

Bielorussia, ecco perché l’Ue è così interessata alla democrazia nell'Est Europa

Relazioni commerciali in crescita e questioni geopolitiche sono alla base dell’apertura europea degli ultimi anni verso Minsk. L’incubo di Bruxelles è un nuovo conflitto come quello russo-ucraino del 2014

Se non si considera l’oblast russo di Kaliningrad, che garantisce a Mosca uno sbocco sul Mar Baltico, la Bielorussia è il Paese che tiene a distanza Polonia e Lituania dal confine russo. Ma equilibri geopolitici e interessi economici la rendono molto più che uno Stato ‘cuscinetto’ tra l'Ue e l’ex Unione Sovietica. A dimostrarlo è l’interesse di Bruxelles per le vicissitudini subite dai cittadini bielorussi nelle ultime settimane. Tanto che il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha deciso di convocare una riunione straordinaria nella giornata di oggi per decidere l’azione comune europea di fronte alle accuse di elezioni fasulle piovute nelle ultime settimane, seguite dalla dura repressione delle proteste nella capitale Minsk. 

Il rapporto sempre più stretto

A ben vedere, le relazioni Ue-Bielorussia si sono intensificate da tempo. Negli ultimi quattro anni i programmi europei di assistenza finanziaria ai ‘vicini di casa’ dell’Est sono raddoppiati, raggiungendo quota 30 milioni di euro l’anno. A rendere ancora più stretto il legame tra Bruxelles e Minsk è l’accordo sui visti entrato in vigore il 1 luglio. Prima che la crisi congelasse i rapporti, allo studio delle istituzioni europee c’era un quadro strategico per la cooperazione nei prossimi anni, volto a dare maggiore sostegno al Paese alle porte dell’Ue a fronte del rispetto delle libertà civili, dello Stato di diritto, e dei i diritti sociali. Tali principi “rimarranno i criteri fondamentali per la politica dell'Ue nei confronti della Bielorussia”, si legge tra i dossier pubblici sulle relazioni tra Bruxelles e Minsk. Da qui la reazione annunciata dall’Ue - le cui modalità sono ancora in discussione - all’incarcerazione immotivata dei manifestanti. 

Le relazioni economiche

Gli scambi commerciali sono un altro capitolo imprescindibile nelle relazioni tra i due. L'Ue è il secondo partner commerciale della Bielorussia, alle spalle - ovviamente - della Russia. Con quest’ultima si contano oltre il 49% degli scambi complessivi del Paese, mentre l’Ue si ferma al 18,1%, per un totale di 11 miliardi nel 2019. Il commercio bilaterale di merci Ue-Bielorussia è cresciuto costantemente, aumentando del 45% negli ultimi 10 anni. I 27 Stati Ue possono contare su un avanzo commerciale di 2,6 miliardi di euro. Le esportazioni della Bielorussia nell'Ue riguardano principalmente legno, combustibili minerali e metalli di base. Dall’Unione arrivano invece macchinari, attrezzature di trasporto e prodotti chimici. L’Ue sostiene inoltre da tempo il processo di adesione della Bielorussia all'Organizzazione mondiale del commercio (Wto).

Il conflitto interno

Nel Paese che conta meno abitanti della Lombardia si sono tenute le elezioni presidenziali dal 4 all’8 agosto. Ma i risultati che assegnano una maggioranza bulgara (84.17%) al presidente uscente Alexander Lukashenko, in sella dal 1994, lasciano troppi dubbi, tanto in patria quanto tra gli osservatori internazionali. Di fronte alle proteste di piazza degli oppositori di Lukashenko, quest’ultimo ha risposto con il pugno di ferro della repressione. Secondo quanto riferito, almeno due manifestanti sono stati uccisi e circa 7.000 sarebbero in stato di detenzione. Filmati e foto circolati sui social hanno mostrato molti oppositori rilasciati dalle carceri bielorusse con vistose ferite e segni di probabili torture. La leader dell’opposizione, Sviatlana Tsikhanouskaya, ha trovato rifugio in Lituania, da dove ha chiesto nuove elezioni “legali” al più presto, ma dicendosi anche pronta ad assumersi “la responsabilità ad agire come leader nazionale durante questo periodo”. Dichiarazioni e agitazione che fanno temere all’Europa un nuovo conflitto armato dopo la guerra russo-ucraina del 2014.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bielorussia, ecco perché l’Ue è così interessata alla democrazia nell'Est Europa

Today è in caricamento